Emergenza Covid-19: Msd Italia dona tecnologie per 1,5 milioni di euro

L'obiettivo dell'iniziativa dell'azienda è fornire sistemi di telemonitoraggio domiciliare per gestire al meglio i pazienti cronici e decongestionare le strutture sanitarie

emergenza covid-19

Supportare i pazienti cronici con tecnologie che consentano il monitoraggio e la gestione delle patologie da remoto, così da non lasciarli soli e, allo stesso tempo, decongestionare le strutture sanitarie. È l’obiettivo dell’iniziativa annunciata oggi da Msd Italia per contribure ad affrontare l’emergenza sanitaria da Covid-19: una donazione di tecnologie e strumenti per un valore di mercato fino a 1,5 milioni di euro. “Il primo sprint di una maratona di donazioni per testimoniare la vicinanza al sistema Paese”, afferma l’azienda.

Emergenza Covid-19: contribuire al distanziamento sociale con la tecnologia applicata alla salute

“Come ricordato dal presidente dell’Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro – dichiara Nicoletta Luppi, presidente e amministratore di Msd Italia – se vogliamo che la curva dei contagi scenda, dobbiamo fare in modo che le misure di distanziamento sociale funzionino anche grazie al supporto fondamentale che le nuove tecnologie di telemedicina e tecno-assistenza sono in grado di garantire grazie alla possibilità, per il paziente, di farsi curare da casa. “Msd Italia – prosegue Luppi – ha deciso di rispondere alla call for action del Governo con un atto di responsabilità sociale che è nel Dna della nostra azienda. Vogliamo offrire un contributo distintivo e coerente con le richieste del nostro Governo e annunceremo presto i primi soggetti istituzionali beneficiari della nostra donazione”.

La donazione, precisa l’azienda in una nota, nasce da una “peculiarità distintiva” del Gruppo Msd Italia al cui interno opera la società Vree Health, azienda focalizzata nella progettazione, sviluppo e commercializzazione di servizi innovativi e soluzioni di “connected health” per migliorare la qualità di vita e la salute dei pazienti.