Carlo Bonomi è il nuovo presidente designato di Confindustria

Il Consiglio Generale di Confindustria lo ha designato con 123 preferenze. La concorrente Licia Mattioli ha ottenuto 60 preferenze. Si tratta della prima volta di un imprenditore del mondo life science. Il plauso delle aziende di dispositivi medici

Confindustria

Carlo Bonomi è il nuovo presidente di Confindustria. Il Consiglio Generale lo ha designato con 123 preferenze. Ad annunciarlo è un comunicato dell’associazione degli industriali. Ad AboutPharma, qualche settimana prima della nomina, aveva spiegato la propria strategia per rappresentare l’industria life science nel nostro Paese.

I risultati

Hanno votato tutti i 183 aventi diritto. Alla candidata concorrente Licia Mattioli  – si legge nella nota – sono andate 60 preferenze. Nessuna scheda bianca, nessuna nulla.Il risultato è stato validato dai Probiviri Sergio Arcioni, Luca Businaro, Gabriele Fava e Antonio Serena Monghini assistiti dal notaio Cesare Quaglia.Il Consiglio generale si è svolto a distanza e alla presenza, nella sede di Confindustria, del Presidente Vincenzo Boccia, della Dg Marcella Panucci e dei due candidati.

I prossimi passi

La nomina dovrà avere il gradimento dell’assemblea dei delegati, convocata il 20 maggio, che di fatto eleggerà il 31° presidente di Confindustria. Il 30 aprile il Consiglio Generale dovrà esprimersi sulla squadra dei Vicepresidenti scelta dal presidente designato.

Il plauso di Confindustria Dispositivi Medici

L’ascesa al vertice degli industriali di un esponente del comparto healthcare piace a Confindustria Dispositivi Medici: “Grande responsabilità per  Carlo Bonomi a cui – sottolinea il presidente di Confindustria Dm, Massimiliano Boggetti – vanno i nostri migliori auguri di buon lavoro. Siamo orgogliosi che il presidente designato di Confindustria faccia parte del settore dei dispositivi medici e più in generale della white economy. Un settore in prima linea nel contrasto al Covid-19 che ha dimostrato la sua importanza strategica sia per il contenimento dell’epidemia sia per la ripartenza. Siamo una filiera complessa del nostro Paese con oltre 4.000 imprese che spaziano dalla produzione alla commercializzazione di device e diagnostici in vitro.Carlo Bonomi viene eletto in un momento in cui unità e visione devono essere centrali per far ripartire il nostro Paese, una ripartenza che deve mettere al centro salute, scienza e industria. E Confindustria Dispositivi Medici – conclude Boggetti – saprà mettersi a disposizione, all’interno del sistema confindustriale, per sostenere la ripresa”.