#Altuofianco: MSD Animal Health a supporto dei medici veterinari

Al tempo della pandemia Covid-19, l’azienda è al fianco dei professionisti con iniziative finalizzate all’aggiornamento scientifico e al contrasto alle fake news. Fondamentale è anche l’impegno per scongiurare l’abbandono dei pet durante l’emergenza. Dal n.5 di Animal Health. *IN COLLABORAZIONE CON MSD ANIMAL HEALTH

#altuofianco

Il momento storico che stiamo vivendo, caratterizzato da una forte componente di incertezza, preoccupazione e bisogno di riferimenti, dimostra come la divulgazione di informazioni chiare, corrette e attendibili sulla salute, e in particolare su quella animale, sia di fondamentale importanza per un valido funzionamento del sistema sanitario e la protezione della salute, sia in tempi di emergenze sia in quelli più ordinari. Capita spesso, infatti, che in questi momenti si ricerchino o si ricevano una quantità consistente di indicazioni e nozioni da fonti non sempre attendibili e che portano il pet owner o il consumatore a navigare in acque poco chiare e quindi pericolose per il suo benessere e quello del proprio animale. È da queste necessità di chiarezza e attendibilità, nonché dal consolidato impegno dell’azienda nel promuovere una corretta informazione a beneficio della salute di tutti, che nasce #AlTuoFianco, un’iniziativa di MSD Animal Health, che vede l’azienda impegnata in una serie di azioni concrete a supporto del ruolo essenziale che il medico veterinario, sia esso di allevamento o di animali da compagnia, ricopre nella tutela della salute della collettività e ribadisce che è proprio il medico veterinario l’unica fonte competente in ambito di salute e benessere animale.

#altuofianco: salute animale ai tempi del Covid-19

L’iniziativa #AlTuoFianco ha già visto il suo primo successo con il lancio del Question Time “Covid-19 e medicina veterinaria”, organizzato da EV – Eventi Veterinari con il supporto di MSD Animal Health e la collaborazione con Anmvi (Associazione nazionale medici veterinari italiani), per approfondire il delicato tema del Coronavirus in chiave scientifica. È stato offerto un focus specializzato sul settore veterinario grazie alla partecipazione di tre tra i migliori professori di virologia veterinaria in Italia: Canio Buonavoglia e Nicola Decaro, docenti di Malattie Infettive degli animali all’Università di Bari e Sergio Rosati, docente di Malattie Infettive degli animali all’Università di Torino.

Medici e studenti online

L’iniziativa, che ha raggiunto un picco di oltre 7mila presenze tra medici veterinari e studenti di Veterinaria ed è stata fruibile attraverso la piattaforma di Scivac, ha voluto fare il punto della situazione partendo dalle domande dei medici veterinari, in prima linea anche in questo momento critico, per sfatare le varie fake news in circolazione sulla possibilità di trasmissione del virus dall’animale domestico all’uomo, ma anche sull’importanza di una corretta gestione e cura dell’animale in casi di positività al virus da parte del pet owner per ridurre il rischio di infezione dell’animale, garantendone quindi la salute e il benessere. Tra le altre importanti tematiche affrontate durante la sessione, la falsa credenza che gli alimenti di origine animale possano trasmettere il virus, nonché le principali norme che i medici veterinari dovrebbero seguire per evitare il contagio e poter svolgere il loro lavoro in sicurezza.

In allevamento

Ampio spazio è stato infine dato al ruolo cruciale che sta ricoprendo in questo momento la figura del veterinario da allevamento, il quale nonostante le condizioni sanitarie critiche del Paese, continua a prestare il suo essenziale contributo presso gli allevamenti per garantire una costante fornitura di derrate alimentari di origine animale sane e sicure rispondendo alla richiesta di approvvigionamento da parte dell’industria alimentare e dei beni di largo consumo. “In questo momento di difficoltà abbiamo deciso di affiancare Anmvi nella realizzazione di questo evento perché per noi supportare i medici veterinari e promuovere una corretta informazione rimangono sempre gli obiettivi principali del nostro operato. Colgo l’occasione – commenta Paolo Sani, amministratore delegato di MSD Animal Health – per ringraziare la catego-ria degli allevatori e dei veterinari da allevamento che, con il loro lavoro, garantiscono la sussistenza alimentare di tutti noi”. Tra le altre iniziative in partnership con Anmvi, infine, la possibilità per tutti i clienti MSD Animal Health e veterinari di restare costantemente aggiornati sul tema Coronavirus tramite newsletter dedicate con le principali notizie tratte dal portale AnmviOggi. it che forniranno informazioni utili e autorevoli su come gestire al meglio la situazione Covid-19 nell’ambito veterinario.

Aggiornamento scientifico gratuito

Stare al fianco dei medici veterinari significa anche sostenere la loro formazione e aggiornamento tecnico soprattutto in periodi in cui è difficile poter partecipare a convegni, eventi e corsi di formazione. In collaborazione con Scivac, MSD Animal Health ha inaugurato una serie di webinar gratuiti per tutti i medici veterinari, resi disponibili sul portale www. scivac.it e tramite dirette Facebook dal canale ufficiale dell’associazione. I webinar, tenuti da professionisti del calibro di Ezio Ferroglio – DVM, PhD, DiplECVP, DiplECVPH – e Federico Fracassi – Med. Vet., PhD, DECVIM, Bologna – vedranno coinvolti fino a fine aprile i medici veterinari su molteplici argomenti, dalle guidelines Esccap, all’ipotiroidismo canino e felino sino al diabete canino. “I medici veterinari in questi giorni difficili sono sempre in prima linea per garantire la salute di tutti, ma non possono godere a pieno di servizi quali l’aggiornamento scientifico e la formazione”, commenta Paolo Sani. “Abbiamo voluto pertanto ringraziarli per il loro importante ruolo sociale e sanitario che – conclude l’ad – stanno proseguendo anche in questo difficile momento fornendo loro gratuitamente gli strumenti imprescindibili per garantire una corretta gestione della salute animale”.

La lotta all’abbandono

L’iniziativa #AlTuoFianco oltre a supportare il medico veterinario, ha anche l’obiettivo di sensibilizzare, attraverso la sua figura, il pet owner, rendendolo consapevole dei rischi di comportamenti estremi generati dalla poca conoscenza, come l’abbandono di un animale, che, in questo periodo, può essere una triste conseguenza di informazioni distorte. Da questo punto di vista lo spirito di questa iniziativa si inserisce in un impegno più ampio che MSD Animal Health porta avanti ormai da anni: la lotta all’abbandono, oggetto della campagna #NoAbbandono nata nel 2013 per sensibilizzare l’opinione pubblica e far fronte ai numerosi casi di abbandono che si registrano nel territorio italiano – soprattutto nel periodo estivo – e che causano un aumento del randagismo di cani e gatti con un conseguente incremento del rischio di diffusione di zoonosi e altre patologie, come la leishmaniosi. “Sebbene fortunatamente i numeri di abbandono di animali da compagnia non abbiano registrato un incremento degno di nota in questo momento, è bene considerare che – in casi di emergenza sanitaria come quella che stiamo affrontando – tale rischio non deve essere sottovalutato”, commenta Simona Viola, Business Unit Director Companion Animals di MSD Animal Health. “L’impegno di MSD Animal Health in iniziative come quella di #AlTuoFianco dimostra proprio come una corretta e puntuale informazione e il confronto con figure garanti della salute animale come i medici veterinari, possano contrastare in maniera efficace comportamenti non solo sbagliati ma – conclude Viola – anche dannosi per la salute di tutti”.

L’appuntamento del 21 aprile

L’iniziativa #AlTuoFianco di MSD Animal Health è andata avanti con un nuovo appuntamento (martedì 21 aprile) dedicato ai medici veterinari: #AlTuoFianco. Vaccinazioni e Leishmaniosi: linee guida pratiche per la gestione dell’emergenza. Il Question Time, live su www.scivac.it, è stato creato per far chiarezza sui dubbi più frequenti che interessano i medici veterinari in questo difficile periodo, come la gestione dei ritardi delle vaccinazioni nell’adulto e nel cucciolo, nonché le raccomandazioni da dare ai proprietari per la gestione della prevenzione della Leishmaniosi a stagione iniziata e di altre patologie. A rispondere a queste necessità, tre tra i migliori esperti e specialisti del settore: Paola Dall’Ara, professore associato di Immunologia veterinaria dell’Università degli Studi di Milano, Gaetano Oliva, professore Ordinario di Clinica e Terapia Medica veterinaria dell’ Università degli Studi di Napoli Federico II e Luigi Venco, medico veterinario Specialista in Clinica dei piccoli animali – EVPC Diplomate.

 

In collaborazione con MSD Animal Health

 

Clicca qui per ricevere la rivista