Covid-19, Life Cure potenzia l’assistenza domiciliare nella provincia di Varese

La società del gruppo Sapio lancia HomeCare Covid+, un servizio che coinvolge un team di otto infermieri per potenziare il servizio a domicilio sul territorio

assistenza domiciliare

LifeCure, società del Gruppo Sapio specializzata in servizi di assistenza domiciliare integrata, lancia HomeCare Covid+. Si tratta di un progetto rivolto alla provincia di Varese, che vede un team di 8 infermieri complessivi impegnati per potenziare il servizio domiciliare sul territorio, in partnership con Asst Valle Olona e con Ats Insubria.

Liberare i posti letto ospedalieri

L’obiettivo dell’iniziativa, realizzata in collaborazione con F2A che ha finanziato una parte del progetto, è quello di contribuire a rendere disponibile il maggior numero di posti letto negli ospedali quali l’Ospedale di Busto Arsizio, l’Ospedale di Gallarate, Ospedale di Saronno, Ospedale di Somma Lombardo, consentendo di curare a domicilio i pazienti malati di Covid-19 che non possono essere definiti ancora guariti, ma che non hanno più necessità di cure intensive, lasciando così spazio a chi ne ha bisogno.

La presa in carico del paziente

“La presa in carico del paziente Covid+ a domicilio è una fase molto delicata che vede Life Cure impegnata in prima linea attraverso un equipe infermieristica dedicata, procedure operative ad hoc, e dpi specifici con il duplice obiettivo di sostenere il paziente durante il decorso della malattia presso il proprio domicilio e ridurre la pressione sulle strutture ospedaliere” ha dichiarato Michele Piovella, amministratore delegato di Life Cure.