Gare d’appalto, con l’analisi predittiva dei dati la gestione è più efficace

Muoversi tra le maglie strette dei capitolati di gara è sempre più complicato. Una soluzione arriva dalla tecnologia e ha a che fare con l'analisi previsionale delle informazioni, realizzata per mezzo di software pensati e sviluppati appositamente. *IN COLLABORAZIONE CON REVORG

analisi predittiva gare d'appalto

Dalla definizione delle strategie di prezzo al posizionamento del prodotto, passando per la quantificazione delle forniture. Sono queste alcune delle variabili più complesse da gestire nell’ambito di una gara d’appalto, in campo farmaceutico e non solo. Per le aziende, muoversi tra le maglie strette dei capitolati di gara sta diventando sempre più complicato.

Le informazioni da gestire sono tante, serve visione di lungo periodo e capacità di garantire un’offerta che sia al tempo stesso vincente e remunerativa. Come è possibile raggiungere tali obiettivi? Una risposta efficace arriva dalla tecnologia e ha a che fare con l’analisi predittiva dei dati, realizzata attraverso l’utilizzo di software pensati (e sviluppati) per farlo.

Gare d’appalto, i fattori da tenere in considerazione

La partecipazione a un bando di gara richiede strategie precise su molteplici fronti. A cominciare dalla definizione del prezzo di un prodotto. Sempre di più rispetto agli anni scorsi, il posizionamento del prodotto in funzione del prezzo è diventato fondamentale per capire, a livello competitivo, le potenzialità di vittoria di una gara d’appalto.

Un altro aspetto riguarda la capacità di definire l’impegno in termini di fornitura, anche alla luce dell’arco temporale in cui essa verrà erogata. In quest’ambito, entrano in gioco diverse variabili: dalla produzione del bene, fino all’acquisto di componenti che dovranno costruire il prodotto finito.

Ci sono poi aspetti legati al profilo operativo, che in termini previsionali sono molto importanti al fine dell’aggiudicazione di un bando. Vanno aggiunti, inoltre, tutti una serie di fattori inerenti alle politiche commerciali dell’azienda, che possono essere molto articolati in funzione delle dimensioni del soggetto e della sua capacità di fornire prodotti e servizi diversi.

Tutto questo mix di fattori, deve consentire all’azienda di realizzare un’offerta che porti anche dei profitti, coprendo al contempo i costi di ricerca e sviluppo. In questa direzione la tecnologia offre un valido supporto.

Datagon e l’analisi predittiva dei dati

Tra le soluzioni leader nella gestione di gare e offerte c’è Datagon. Utilizzata in Italia e all’estero – per la predisposizione di offerte e preventivi in ambito farmaceutico, diagnostico e medical device – si tratta di un’applicazione, appartenente alla suite di strumenti Life Science di Revorg – che sviluppa modelli predittivi sulla base di analisi di dati, sia in termini quantitativi che qualitativi. Nasce inizialmente come un software operativo, ma poi si evolve verso uno strumento di base di analisi.

Principalmente, Datagon riduce i tempi operativi, monitora le scadenze di gare e forniture e integra l’ufficio gare con la forza vendite esterna. Per fare un esempio, tale applicazione è in grado di analizzare e fornire fasce di prezzo altamente competitive, criterio tramite cui un’azienda si posiziona come potenziale vincitore di un bando di gara. Tale processo avviene attraverso l’analisi dello storico delle forniture, tramite la valutazione delle caratteristiche della concorrenza e per mezzo dell’allineamento alle politiche commerciali in vigore.

Analisi predittiva, i casi

Se nel campo farmaceutico questo esercizio è relativamente semplice, perché i dati da analizzare sono pochi, il discorso cambia quando gli ambiti sono diversi (terapie domiciliari, ad esempio). Nel caso dell’ossigeno-terapia, per citarne uno, il processo di determinazione del prezzo della fornitura è piuttosto complesso. In una gara di questo tipo, infatti, ci sono diversi fattori da tenere in considerazione: dal prodotto di base (l’ossigeno), alle macchine di cui vengono dotati i pazienti a domicilio, fino a tutti gli aspetti legati ai beni consumabili (ad esempio le mascherine).

A tutto ciò si aggiunge una variabile altrettanto significativa: il tempo. Partecipare a una gara per una fornitura triennale o quinquennale, presuppone una visione di lungo periodo, che può incidere sull’efficienza del risultato Ecco perché è utile fare ricorso all’analisi predittiva dei dati. In un terreno in cui è piuttosto difficile determinare (in un ambito di tempo così ampio) un insieme di costi che possano offrire un prezzo profittevole per l’azienda, l’analisi predittiva dei dati è un processo fondamentale.

Perché Revorg punta sulla gestione delle gare

Revorg nasce nel 1975 come società di consulenza organizzativa. All’epoca le attività principali del gruppo riguardano lo studio dei processi aziendali e l’analisi dei processi organizzativi. Agli inizi degli anni ’80 l’azienda diventa una software house, sulla spinta delle richieste di un mercato interessato allo sviluppo di applicazioni. Lo sbarco nel settore farmaceutico avviene solo negli anni ’90, con particolare attenzione nei confronti della produzione. Di lì in avanti, prendono vita una serie di iniziative legate allo sviluppo dei dipartimentali. Mentre intorno alla metà degli anni ‘90, il gruppo inizia a sviluppare competenze nel campo della vendita farmaceutica (sia in quello ospedaliero che nella grande distribuzione).

Nel 2003 Revorg acquisisce il ramo gare di Datamat. L’operazione consente all’azienda di aggredire il mercato del life science, oltre ad acquisire nuove competenze. Negli ultimi anni, l’azienda ha ripensato il software a livello funzionale. Una scelta frutto dei cambiamenti, in termine di gestione delle gare, che hanno consentito a Datagon di arricchirsi e di gestire aspetti molto più complessi, facendone così un software unico nel suo genere.

Al momento, Revorg sta investendo con convinzione sull’analisi dei capitolati. Il progetto è quello di sviluppare degli strumenti di intelligenza artificiale per interpretare velocemente i capitolati di gara. Parallelamente, l’azienda sta sviluppando un piano di internazionalizzazione dell’applicazione Datagon. Nel 2017, Revorg è stata citata da Gartner come uno dei vendor globali principali per l’aria della gestione delle gare. In quest’ottica, Datagon è risultata l’applicazione con il maggior numero di funzionalità presenti sul mercato.

Home page rubrica: Automazione digitale nella gestione dei processi aziendali

A cura di Revorg