M&A, AbbVie completa l’acquisizione di Allergan

Si completa l'operazione dopo le approvazioni regolatorie da parte di tutte le autorità governative richieste dall’accordo di transazione e dall’Alta Corte irlandese

nerviano medical sciences

AbbVie ha annunciato oggi di aver completato l’acquisizione di Allergan dopo aver ricevuto l’approvazione regolatoria da parte di tutte le autorità governative richieste dall’accordo di transazione e dall’Alta Corte irlandese. “I nuovi colleghi di Allergan meritano un elogio per tutti i loro sforzi, insieme a quelli dei nostri dipendenti, per aver raggiunto questo punto di svolta per la nostra azienda. La nuova AbbVie sarà un’azienda ben diversificata in molte aree terapeutiche importanti, con assett sia sul mercato che in pipeline, e la nostra forza finanziaria ci permetterà di continuare a investire in innovazione e di continuare a rispondere ai bisogni di salute non soddisfatti dei pazienti che si affidano a noi. Sono orgoglioso di entrambe le organizzazioni e guardo con fiducia alle opportunità future”, ha dichiarato Richard A. Gonzalez, chairman and chief executive officer di AbbVie.

I termini finanziari

Secondo l’accordo, gli azionisti Allergan riceveranno 0,8660 azioni AbbVie e 120,30 dollari in contanti per ogni azione di Allergan detenuta, per un corrispettivo totale di 193,23 dollari per azione Allergan (sulla base del prezzo di chiusura delle azioni ordinarie AbbVie di 84,22 dollari al 7 maggio 2020). Le azioni ordinarie di Allergan hanno cessato di essere quotate alla Borsa di New York al momento della chiusura dell’8 maggio 2020.

Crescita a lungo termine

La transazione amplia e diversifica in modo significativo la base di fatturato di AbbVie, integrando e rafforzando la sua posizione in immunologia e in ematologia oncologica. Allergan, da par suo, offre nuove opportunità di crescita in neuroscienze e può dare il suo contributo con la sua divisione globale di medicina estetica.

Secondo gli analisti, questo portfolio diversificato di prodotti sul mercato porterà l’attuale piattaforma di crescita di AbbVie verso un fatturato consolidato di circa 30 miliardi di dollari nel 2020, con un fatturato complessivo di circa 50 miliardi di dollari. Inoltre, l’azienda si colloca in una posizione favorevole per sviluppare un maggior potenziale di crescita a lungo termine, aumentare i dividendi e gli investimenti in innovazione in tutte le sue aree terapeutiche. AbbVie prevede di estinguere rapidamente il debito incrementale grazie al maggiore cash flow.

Nuove cariche

Inoltre, in concomitanza con la chiusura della transazione, il Consiglio di Amministrazione di AbbVie ha eletto Thomas C. Freyman, ex Executive vice president and Chief financial officer di Abbott. Freyman fino a poco tempo fa faceva parte del Consiglio di amministrazione di Allergan.