Influenza: arriva in Italia primo vaccino quadrivalente ad alto dosaggio

Sviluppato da Sanofi, è indicato per migliorare la protezione degli over65 dalle complicanze gravi come polmonite, eventi cardiovascolari e ictus. In autunno partirà la distribuzione

influenza

Arriva in Italia il primo vaccino antinfluenzale quadrivalente ad alto dosaggio. Sviluppato da Sanofi, è indicato per migliorare la protezione degli over65 dalle complicanze gravi come polmonite, eventi cardiovascolari e ictus. A poche settimane dal via libera europeo, l’autorizzazione all’immissione in commercio è arrivata sulla Gazzetta Ufficiale italiana (n.161 del 16 maggio 2020). In autunno partirà la distribuzione nel nostro Paese.

Ad alto dosaggio

Il vaccino (si chiama Efluelda) è il primo ad alto dosaggio. Significa che contiene una quantità di antigene quattro volte superiore rispetto al vaccino quadrivalente a dosaggio standard. Nella formulazione trivalente è usato da oltre dieci anni negli Usa e in Canada. Affiancandosi al quadrivalente a dosaggio standard, completa l’offerta di Sanofi Pasteur (divisione vaccini dell’azienda francese) per la prevenzione dell’influenza.

Proteggere gli over65 da influenza e complicanze

“È il primo e unico vaccino quadrivalente anti-influenzale ad alta immunogenicità indicato dai 65 anni di età”, spiega Giovanni Checcucci Lisi, responsabile medico di Sanofi Pasteur in Italia. “Conta su solidi dati clinici, inclusi numerosi studi osservazionali in real world. Esso permetterà una maggiore protezione in soggetti che, per il fisiologico fenomeno di immunosenescenza, hanno bisogno di vaccini specifici, a maggior ragione in una stagione influenzale come la prossima in cui molto probabilmente circoleranno altri virus respiratori come COVID. Ha dimostrato infatti un’efficacia superiore nel prevenire ricoveri ospedalieri negli anziani che – conclude Checcucci Lisi – corrono un rischio maggiore di complicanze”.