Covid-19, Fondazione Akusia dona 3500 kit diagnostici all’Università di Milano

La onlus ha annunciato la donazione dei kit diagnostici anticorpali IgG e IgM Covid-19 al dipartimento di scienze biomediche chirurgiche e odontoiatriche dell’ateneo milanese (facoltà di medicina), per la realizzazione di un progetto multicentrico dipartimentale

covid-19 test sierologico

Fondazione Akusia Onlus di Milano ha annunciato la donazione di 3500 kit diagnostici anticorpali IgG e IgM Covid-19 al dipartimento di scienze biomediche chirurgiche e odontoiatriche dell’Università di Milano (facoltà di medicina) per la realizzazione di un progetto multicentrico dipartimentale. Con tale iniziativa la Fondazione intende contribuire alle ricerche epidemiologiche sul territorio per far fronte all’emergenza Coronavirus.

Covid-19, l’obiettivo della donazione

Certificati Ce e col marchio di conformità En Iso 13485:2016 per dispositivi medicali  (con protocollo virologico in corso) i kit diagnostici anticorpali oggetto della donazione verranno usati per finalità scientifiche e a titolo gratuito dagli specializzandi della scuola di ortodonzia, i quali indicheranno il profilo sierologico dei bambini e degli adolescenti di nuclei familiari con presenza accertata del virus in comuni particolarmente colpiti: un approccio significativo per il gran numero di asintomatici e paucisintomatici che caratterizza l’epidemia.

A cosa serviranno i dati

Dai dati ottenuti si potranno quindi derivare i comportamenti da tenere nella società e nella professione successivamente al lockdown.  Supervisionato da un gruppo di infettivologi coordinati dal  Massimo Galli, direttore di malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, il razionale dello studio multicentrico ha visto tra i docenti impegnati anche il Giampietro Farronato, presidente del corso di laurea magistrale in odontoiatria e protesi dentaria, il quale ha dichiarato che: “La ricerca degli anticorpi tramite i test sierologici rappresenta la chiave fondamentale per comprendere quanto il virus si sia diffuso all’interno della popolazione”.

Al via un’indagine

Gianluca Tartaglia del dipartimento di scienze biomediche per la salute dell’università degli studi di Milano, specifica inoltre: “Grazie alla collaborazione con cinque Comuni dell’area metropolitana milanese e la donazione ricevuta da Akusia Onlus stiamo procedendo a una indagine del profilo sierologico di bambini e giovani adulti in età infantile e adolescenziale dai  4 ai 16 anni conviventi in famiglie che hanno avuto un familiare con malattia Covid-19. Questa indagine ci permetterà di indagare la assenza/presenza di immunoglobuline del tipo M o G e/o di sintomi della malattia in questa popolazione e la correlazione rispetto alla presenza del virus in conviventi adulti. Questi dati risultano particolarmente suggestivi per supportare evidenze nelle future decisioni ad esempio di riapertura delle scuole”.

L’impegno della Fondazione

Il presidente di Fondazione Akusia Onlus, Giuseppe Lomboni, conclude: “La Fondazione, da anni attenta al disagio e all’emarginazione originata da specifiche patologie, intende con quest’iniziativa esprimere il suo supporto alla ricerca scientifica e alla popolazione in una grave crisi come quella attuale. Grazie alla collaborazione con il Dipartimento, vera e propria eccellenza della ricerca, i kit saranno utilizzati al meglio per il monitoraggio e contenimento dell’emergenza”.