Battere Covid-19: Msd annuncia tre accordi a livello globale

L’azienda acquisisce Themis Bioscience e avvia due collaborazioni con Iavi e Ridgeback Bio per lo sviluppo di potenziali vaccini per il virus Sars-Cov-2 e di un antivirale per il trattamento dell'infezione

battere covid-19

Msd triplica l’impegno contro Covid-19. L’azienda (Merck&Co in Canada e Usa) annuncia un acquisizione e due accordi di collaborazione. Acquisisce infatti Themis Bioscience, azienda focalizzata sui vaccini e sulle terapie di immunomodulazione per le malattie infettive. E sigla una partnership con l’organizzazione di ricerca non profit “Iavi” per lo sviluppo del vaccino e un’altra con la biotech Ridgeback Bio per un antivirale orale. “La tradizione e l’esperienza maturata da Msd nella scoperta e sviluppo di vaccini e farmaci antivirali – commenta Kenneth C. Frazier, presidente e ceo di Msd – ci impongono di partecipare allo sforzo della comunità scientifica per scoprire nuovi farmaci e vaccini che possano porre fine a questa pandemia. Siamo orgogliosi di aver identificato alcune delle soluzioni più promettenti per rispondere alla sfida globale e di aver messo tutte le nostre risorse a disposizione in modo da accelerare i processi”.

Themis Bioscience acquisita

L’azienda austriaca Themis Bioscence ha un’ampia pipeline di potenziali vaccini e di terapie immunomodulanti sviluppate usando una piattaforma a vettore virale che utilizza il virus del morbillo basata su un vettore sviluppato dagli scienziati dell’Istituto Pasteur, un centro europeo di ricerca sui vaccini di fama mondiale, e dato in licenza esclusiva a Themis per alcune indicazioni virali selezionate.

Nel mese di marzo, Themis Bioscience si è unita in consorzio con l’Istituto Pasteur e il Centro per la ricerca sui vaccini dell’Università di Pittsburgh, con il supporto finanziario della Coalition for epidemic preparedness innovations (Cepi). Il fine del consorzio è quello di sviluppare un vaccino per il virus Sars-Cov-2. Il vaccino si trova in una fase di sviluppo pre-clinica, mentre l’avvio degli studi clinici è pianificato entro il 2020. L’Istituto Pasteur, Cepi e Msd hanno sottoscritto una dichiarazione di intenti che riflette l’impegno delle parti a sviluppare, produrre e distribuire un vaccino per contrastare la pandemia, su scala globale e a un prezzo che renda il vaccino disponibile in tutto il mondo e accessibile a tutti coloro che ne avessero bisogno, inclusi i Paesi a basso reddito.

L’accordo con Iavi

L’accordo con Iavi preveda lo sviluppo di un potenziale vaccino a partire dal virus della stomatite vescicolare ricombinante (rVSV), una tecnologia già alla base del vaccino Msd per il virus Ebola Zaire. Msd ha, inoltre, firmato un accordo con la Biomedical advanced research and development authority (Barda) in merito a un iniziale finanziamento.

Con Ridgeback Bio per un antivirale

Msd e la biotech statunitense Ridgeback Biotherapeutics hanno annunciato una collaborazione per lo sviluppo di EIDD-2801, un antivirale orale per il trattamento dei pazienti con Covid-19. Il farmaco si trova, al momento, nella fase precoce di sviluppo clinico.