Novartis, il sito di Torre Annunziata diventa un “hub” per imprese e ricercatori

Lo stabilimento produttivo nel napoletano mette a disposizione spazi e servizi per imprese, start up e centri di ricerca. La prima a beneficiarne è la biotech Axxam, con cui il gruppo elvetico ha sottoscritto un accordo a fine maggio

novartis

Novartis apre le porte dello stabilimento produttivo di Torre Annunziata (Napoli) a imprese, start up e centri di ricerca. Con l’obiettivo di diventare un “hub” dell’innovazione. A beneficiarne per prima è la biotech Axxam, che a fine maggio ha sottoscritto un accordo con il gruppo farmaceutico elvetico.

Porte aperte all’innovazione

Lo stabilimento di Torre Annunziata conta 450 dipendenti e spazi per circa 150mila metri quadrati. In concreto, Novartis mette a disposizione spazi e servizio del suo sito produttivo. Secondo l’accordo del 26 maggio scorso, Axxam trasferirà parte delle proprie attività di ricerca all’interno dell’insediamento Novartis, usufruendo di servizi e utility (es. energetiche, informatiche, etc.).

“Per il nostro insediamento – commenta Sabino di Matteo, direttore dello stabilimento Novartis di Torre Annunziata – questi sviluppi rappresentano un’evoluzione coerente con una storia che da sempre fa leva sulle potenzialità dell’innovazione. Qui si è costruito nel tempo un ambiente organizzativo, culturale e tecnologico con caratteristiche d’avanguardia, che svolge una funzione essenziale per la competitività dello stabilimento, ma che può generare benefici anche per altre esperienze imprenditoriali orientate all’innovazione, appartenenti a settori diversi, con vantaggi per l’intero sistema economico e sociale. La presenza e la vicinanza di una realtà come Axxam, e delle aziende che ne seguiranno l’esempio, favoriranno interazione e scambio di competenze multidisciplinari, condizioni imprescindibili – conclude di Matteo – per la crescita di ogni settore e di ogni territorio”.

Novartis: aiutare il Paese a crescere

Pasquale Frega, a capo di Novartis in Italia, commenta così l’evoluzione del sito di Torre Annunziata: “La scelta che abbiamo fatto, con l’apertura dei nostri spazi ad altre realtà impegnate in settori tecnologici di punta significa per Novartis offrire, responsabilmente, un ulteriore contributo alla creazione di un ecosistema dell’innovazione che nei fatti aiuti il Paese a crescere e a rinnovarsi. Un’esigenza tanto più urgente oggi e di valore strategico per il futuro”.