Sperimentazione animale: Campus Biomedico aderisce alla rete che promuove metodi alternativi

L’università romana entra nel Centro 3R che riunisce diversi atenei e s’ispira a tre principi: “reduction” (riduzione al minimo indispensabile del numero di animali utilizzati), “refinement” (perfezionamento dei metodi per ridurre sofferenze) e “replacement” (adozione di approcci alternativi ogni volta sia possibile)

sperimentazione animale

L’Università Campus Biomedico di Roma aderisce al “Centro 3R”, la rete inter-universitaria che promuove metodi alternativi alla sperimentazione animale. Un network che s’ispira al cosiddetto principio delle 3R: “reduction” (riduzione al minimo indispensabile del numero di animali utilizzati), “refinement” (continuo perfezionamento dei metodi impiegati allo scopo di ridurre la sofferenza degli animali) e “replacement” (sostituzione delle sperimentazioni sugli animali con metodi alternativi ogni qual volta questo sia possibile).

Il Centro 3R sulla sperimentazione animale

Attualmente fanno parte della rete interuniversitaria, nata nel 2017, sette atenei italiani: Università di Pisa, Università degli Studi di Genova, Università di Pavia, Politecnico di Torino, Politecnico di Milano, Università degli Studi di Milano-Bicocca e ora il Campus Biomedico. Il Centro 3R riunisce diverse competenze quali biologia, farmacologia, medicina, ingegneria, filosofia e diritto, per un totale di oltre 250 membri.

L’adesione del Campus Biomedico

“Abbiamo accolto con entusiasmo l’impegno del Centro 3R durante questi primi due anni di vita – dichiara Alberto Rainer, professore associato di Bioingegneria industriale all’Università Campus Bio-Medico di Roma – e per questo abbiamo deciso di aderire come Università. La partecipazione a questo network nazionale ci permetterà di mettere a sistema nei nostri percorsi didattici una serie di iniziative rivolte alla sensibilizzazione dei giovani scienziati sul tema delle 3R e sarà un impulso per tutti noi docenti, ricercatori e studenti ad alimentare questo progetto collettivo tramite la condivisione delle esperienze e del sapere scientifico”.

Gli impegni

Obiettivi principali del Centro 3R sono: promuovere e istituire corsi sui principi nell’ambito dei curricula delle lauree in ambito scientifico; stimolare il dibattito scientifico e culturale, offrendo un adeguato supporto informativo; sviluppare e coordinare studi e ricerche in collaborazione con altre strutture universitarie, centri di ricerca, enti pubblici e privati sia a livello nazionale che internazionale; organizzare corsi, seminari, convegni di studio e iniziative di divulgazione scientifica in vari ambiti disciplinari.