Accordo Novavax-Usa per vaccino anti-Covid: sul piatto 1,6 miliardi

L'esborso del governo è il più imponente di sempre superando anche il miliardo e duecento milioni di Astrazeneca e coprirà i costi dei test, della produzione e della commercializzazione del futuro prodotto

Dispositivi medici

Gli Usa fanno sul serio e alzano la posta in gioco. Oltre un miliardo e mezzo per la società Novavax per sviluppare un vaccino e preparare 100 milioni di dosi entro il 2021. L’esborso coprirà tutti i costi di test, produzione e distribuzione del futuro prodotto. In Borsa il listino ha segnato un +34%.

Operation Warp Speed

C’è addirittura un’operazione chiamata Warp Speed e ha a che fare con tutti i processi che dovranno portare al più presto a vaccini o cure contro l’infezione da Sars-Cov-2 (di cui hanno beneficiato anche Moderna Therapeutics, Merck e Sanofi). A contribuire, oltre al Dipartimento della sanità pubblica c’è anche il Dipartimento della difesa. Quello con Novavax è il maggior accordo mai fatto fino a oggi tra un ente pubblico e un privato. I maggiori fino a poche settimane fa erano quelli stipulati dall’agenzia Barda con Astrazeneca (1,2 miliardi) e Johnson & Johnson (un miliardo). Quest’ultimo finanziamento va quindi ad aggiungersi ai 384 milioni che Novavax aveva ricevuto a maggio dalla Coalition for epidemic preparedness innovations (Cepi).