Biotech, Golden power del governo italiano su Molmed. Opa di Agc a rischio

In seguito alla volontà dell’esecutivo di voler esercitare poteri speciali sulle operazioni con i giapponesi, il titolo della biotech italiana ha perso circa il 5,4% in Borsa. Tuttavia l’azienda nipponica potrebbe comunque accettare le condizioni e procedere comunque all’acquisizione

borsa

Il Governo italiano ha deciso di esercitare al Golden power su Molmed, la biotech italiana il cui azionista di riferimento è la Fininvest della famiglia Berlusconi, mettendo a rischio così l’Opa (offerta di pubblico acquisto) – in corso sul mercato fino al 24 luglio – da parte della società giapponese Agc e della sua controllata italiana. In seguito alla volontà dell’esecutivo guidato da Giuseppe Conte di voler esercitare poteri speciali che gli consentono di bloccare o porre condizioni sulle operazioni che coinvolgono aziende o settori strategici, il titolo di Molmed ha perso circa il 5,4% in Borsa. Tuttavia l’azienda giapponese potrebbe comunque accettare le condizioni del governo italiano e procedere comunque all’acquisizione dell’azienda biotech.

La nota di Molmed per conto di Agc

In una nota diffusa da MolMed, per conto di Agc, si specifica l’accaduto e anche cosa ha chiesto con decreto la presidenza del Consiglio dei ministri: “Comunicare al ministero dello Sviluppo economico qualsiasi accordo di trasferimento di proprietà intellettuale tra Molmed e le società del Gruppo Agc, in  merito soprattutto al trattamento della leucemia mieloide acuta e del  mieloma multiplo; mantenere sul territorio nazionale l’attività di  Ricerca e Sviluppo, inclusi i laboratori di ricerca e gli stabilimenti produttivi annessi; mantenere inalterati i livelli occupazionali del  personale preposto a svolgere attività essenziali per la Ricerca e lo Sviluppo; garantire la prosecuzione delle attuali di collaborazione con le istituzioni italiane ed europee”.

L’offerta

Lo scorso marzo, Agc aveva comunicato la decisione di promuovere un’offerta pubblica di acquisto volontaria per il 100% delle azioni ordinarie di Molmed, a fronte del pagamento per cassa di un corrispettivo pari  0,518 euro per azione ordinaria

L’esercizio o meno del Golden Power è una delle condizioni per la validità dell’offerta di Agc: per questo, riporta una nota, “l’offerente sta attualmente valutando il contenuto del decreto ministeriale e comunicherà a breve se intende rinunciare alla condizione Golden Power”