Sindrome di Angelman, al via accordo tra Angelini e Ovid Therapeutics per produrre gaboxadol

Il gruppo farmaceutico ottiene i diritti esclusivi di sviluppo, produzione e commercializzazione di OV101 per il trattamento della sindrome nell’Unione europea e in altri Paesi dello Spazio economico europeo, nonché Svizzera, Turchia, Regno Unito e Russia

Angelini

Angelini Pharma ha stretto un accordo con Ovid Therapeutics per lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di Ov101 (gaboxadol) per il potenziale trattamento della sindrome di Angelman nell’Unione Europea, in altri paesi del mercato economico europeo, ma anche in Svizzera, Turchia e Regno Unito e Russia.

Come agisce il farmaco

OV101 – che si ritiene sia l’unico agonista del recettore selettivo GABAA delta (δ) in via di sviluppo – è attualmente in fase di valutazione per la sindrome di Angelman nell’ambito dello Studio di fase III Neptune, i cui principali risultati sono attesi per il quarto trimestre del 2020.

Secondo i termini dell’accordo, Ovid riceverà un anticipo di 20 milioni di dollari e avrà diritto a ricevere ulteriori pagamenti (fino a un totale di altri 212,5 milioni di dollari) al raggiungimento di specifici traguardi di sviluppo, produzione e vendita per l’indicazione iniziale (sindrome di Angelman), oltre a double-digit royalties sulle vendite nel caso OV101 venga commercializzato con successo. Ovid manterrà tutti i diritti commerciali su OV101 negli Usa e nel resto del mondo.

Collaborazione mirata

“Siamo entusiasti dell’opportunità di iniziare con Angelini Pharma una collaborazione strategica mirata – in caso di approvazione – a rendere disponibile il più rapidamente possibile OV101 alla comunità Angelman europea. Angelini Pharma è un partner ideale per l’Europa, grazie alle sue profonde conoscenze regionali, alle infrastrutture consolidate, al retaggio di lanci di prodotti di successo e al suo impegno nel migliorare la qualità della vita delle comunità di pazienti che serve”, ha dichiarato Jeremy Levin Ceo di Ovid Therapeutics. “Trovare i partner giusti per rendere disponibile OV101 alla comunità Angelman il più rapidamente possibile è una componente fondamentale della nostra strategia globale. Riteniamo che questa collaborazione con Angelini contribuirà a massimizzare il potenziale valore commerciale di OV101, permettendoci di raggiungere i nostri obiettivi strategici in questa importante area geografica”.

Soluzioni innovative per le malattie rare

“Oggi è un giorno che ricorderemo a lungo. Grazie alla nostra collaborazione con Ovid Therapeutics, stiamo gettando le basi per sviluppare soluzioni sanitarie innovative per le malattie rare, in linea con la nuova strategia di Angelini Pharma”, ha affermato Pierluigi Antonelli, Ceo di Angelini Pharma. “La nuova business unit Angelini Pharma Rare Diseases AG contribuirà allo sviluppo, alla registrazione, alla produzione e – in caso di approvazione – alla commercializzazione in Europa di OV101, il promettente farmaco di Ovid Therapeutics attualmente sottoposto a valutazione in uno studio clinico di fase III per il trattamento della sindrome di Angelman. A oggi non esiste alcun trattamento efficace per questa rara malattia genetica caratterizzata da grave disabilità psicomotoria, che si manifesta fin dall’infanzia. Mantenere il nostro impegno ci rende orgogliosi sia dal punto di vista scientifico sia da quello dell’impatto sociale”.