Forniture vaccini antinfluenzali: distributori chiedono soluzioni condivise

Adf e Federfarma Servizi intervengono sul rischio carenze: coinvolgere la distribuzione intermedia nelle strategie nazionali per assicurare le scorte che, tramite i grossisti, arrivano alle farmacie e quindi ai cittadini

forniture vaccini antinfluenzali

Garanzie e soluzioni condivise per assicurare il vaccino antinfluenzale a farmacie e cittadini. Le chiedono le sigle della distribuzione intermedia del farmaco, Associazione distributori farmaceutici (Adf) e Federfarma Servizi, intervenendo sul problema delle carenze denunciato nei giorni scorsi da Federfarma. Un rischio dovuto all’incremento delle richieste delle Regioni per i soggetti più a rischio, che ha reso difficoltosi i rifornimenti da parte dei produttori al canale distributori intermedi-farmacie, attraverso il quale viene dispensato annualmente più di un milione di dosi.

L’appello

“Adf e Federfarma Servizi – si legge in una nota congiunta – auspicano che la distribuzione intermedia venga sempre integrata nelle strategie nazionali di assistenza farmaceutica a tutela della popolazione e chiede che si attuino tutte le garanzie per assicurare le forniture di vaccini antinfluenzali ai magazzini delle nostre strutture, il coinvolgimento dei quali è indispensabile affinché le dosi necessarie giungano attraverso le farmacie e i medici a tutta la cittadinanza”.

Pronti al dialogo con le istituzioni

Le due sigle apprezzano l’iniziativa del ministero della Salute che, accogliendo l’appello delle associazioni dei farmacisti, ha “tempestivamente convocato un Tavolo per affrontare il tema e garantire la disponibilità dei vaccini antinfluenzali anche ai cittadini che, pur non rientrando nelle categorie a rischio, intendono comunque vaccinarsi in regime privato nelle farmacie territoriali”. Adf e Federfarma Servizi auspicano “si giunga rapidamente a risolvere ogni criticità” e assicurano la loro disponibilità a “concordare con le istituzioni e le associazioni del Tavolo una soluzione condivisa”.