Gilead acquisterà Immunomedics per 21 miliardi di dollari

L’accordo consentirà al colosso californiano di accedere al farmaco sacituzumab govitecan-hziy (nome commerciale Trodelvy) per il trattamento di pazienti adulte con carcinoma mammario metastatico triplo negativo che hanno ricevuto almeno due precedenti terapie per la malattia metastatica

Gilead Immunomedics

Gilead Sciences acquisirà la società di biotecnologie Immunomedics per 21 miliardi di dollari, come hanno annunciato lo scorso 13 settembre le due società. L’accordo consentirà a Gilead di accedere al farmaco sacituzumab govitecan-hziy (nome commerciale Trodelvy) per il trattamento di pazienti adulte con carcinoma mammario metastatico triplo negativo (mTNBC) che hanno ricevuto almeno due precedenti terapie per la malattia metastatica. Il prodotto sviluppato da Immunomedics, è un coniugato anticorpo-farmaco (antibody-drug conjugate, Adc), first-in-class, che lo scorso aprile ha ottenuto l’’approvazione accelerata della Fda per questa indicazione.

I dati di efficacia

Nello studio di fase 3 Ascent – interrotto precocemente a causa dell’efficacia sulla base della raccomandazione unanime del comitato indipendente per il monitoraggio della sicurezza –Trodelvy ha migliorato significativamente la sopravvivenza libera da progressione e la sopravvivenza globale in pazienti precedentemente trattati con mTNBC avanzato.

“Questa acquisizione rappresenta un progresso significativo per Gilead per costruire un portfolio oncologico forte e diversificato”, ha dichiarato in una nota l’amministratore delegato di Gilead Daniel O’Day. “Trodelvy è un farmaco trasformativo approvato per una forma di cancro particolarmente difficile da trattare. Continueremo ora a esplorare il suo potenziale per trattare molti altri tipi di cancro, sia in monoterapia che in combinazione con altri trattamenti”.

Altre possibili indicazioni

Oltre che per il mTNBC, Trodelvy è infatti, al momento in fase di studio in uno trial di Fase 3 in corso sul cancro al seno di terza linea HR + / HER2- e in uno studio di fase 2 registrato sul cancro della vescica. Ulteriori studi in corso stanno valutando il potenziale di Trodelvy come trattamento per il cancro del polmone non a piccole cellule e altri tipi di tumore solido. Trodelvy è studiato sia come monoterapia che in combinazione con inibitori del checkpoint e altri prodotti non immuno-oncologici da Immunomedics e ricercatori indipendenti. Ulteriori dati clinici per Trodelvy per il mTNBC e altri tumori, saranno presentati al prossimo Congresso virtuale 2020 della Società europea di oncologia medica (Esmo).

Nel 2021 anche in Europa

Immunomedics prevede di presentare una domanda supplementare di licenza biologica (Biologics license application, Bla) per supportare la piena approvazione di Trodelvy negli Stati Uniti nel quarto trimestre del 2020. Inoltre la biotech è sulla buona strada per presentare la domanda di approvazione normativa in Europa nella prima metà del 2021.

Le altre operazioni di Gilead

L’operazione tra Gilead e Immunomedics dovrebbe concludersi nel quarto trimestre del 2020. In base a quanto riferito dalle società, l’offerta di Gilead sarà finanziata con 15 miliardi di dollari in contanti e 6 miliardi di dollari con nuova emissione di debito.

L’acquisizione di Immunomedics è l’ultima di una serie di operazioni portate a termine da Gilead nel 2020, con l’obiettivo di espandere il proprio portfolio di prodotti oncologici. Lo scorso 2 marzo infatti aveva acquisito la biotech Forty Seven per 4,9 miliardi di dollari, produttrice di un anticorpo monoclonale per il trattamento di sindrome mielodisplastica (Mds), leucemia mieloide acuta (Lma), linfoma non Hodgkin e tumori solidi. Mentre a giugno è stata la volta di biotech Pionyr, di cui ha acquistato una partecipazione del 49,9% per 275 milioni di dollari.