Farmaceutiche e sostenibilità ambientale, Biogen avvia un piano ventennale da 250 milioni di dollari

Il lancio dell'iniziativa "Healthy Climate, Healthy Lives" prevede investimenti importanti con l'obiettivo, tra i tanti, di abbattere le emissioni di combustibili fossili entro il 2040

Biogen ha annunciato il lancio dell’iniziativa “Healthy Climate, Healthy Lives” che prevede investimenti ventennali per 250 milioni di dollari con l’obiettivo, da un lato, di abbandonare l’uso dei combustibili fossili nelle proprie attività a livello globale e, dall’altro, di contribuire al miglioramento della salute pubblica – con particolare attenzione alle comunità più svantaggiate – tramite programmi di ricerca e analisi in collaborazione con enti e istituzioni di primo livello.

Il progetto

“Healthy Climate, Healthy Lives” si articola in due filoni principali:

  • L’abbandono, con tempistica accelerata, dei combustibili fossili per andare oltre “l’impatto zero”. L’azienda prevede di:
    – Passare all’uso esclusivo delle energie rinnovabili entro il 2040.
    – Offrire sostegno ai suoi fornitori, incoraggiandoli ad abbandonare i combustibili fossili. Tra gli obiettivi di Biogen: ottenere l’impegno dell’80% dei fornitori a raggiungere gli obiettivi Science Based Targets entro il 2025 e l’impegno del 50 percento a passare all’uso esclusivo delle rinnovabili entro il 2030, con un’espansione fino al 90 percento dei fornitori entro il 2040.
    – Completare il passaggio all’elettrico per gli oltre 1500 veicoli della sua flotta aziendale entro il 2025, installando le infrastrutture di ricarica per i veicoli in più di 30 sedi aziendali.
    – Stabilire nuovi obiettivi per la chimica sostenibile entro il 2021, integrandoli in tutte le fasi di sviluppo delle terapie entro il 2023. Per la totalità dei suoi prodotti, Biogen punta al raggiungimento del 90% di questi obiettivi entro il 2030.
    – Abbattere l’uso di plastiche derivate dai combustibili fossili attraverso l’eliminazione, la riduzione al minimo o il riciclo chiuso di tutte le plastiche in uso nelle diverse funzioni aziendali, nonché l’eliminazione delle plastiche negli imballaggi secondari e terziari entro il 2040.
    – Aumentare gli investimenti nelle aziende e nei fondi che si distinguono per l’impegno ambientale, sociale e di governance (Esg, da Environmental, social and governance).
    – Sostenere i dipendenti che intendono eliminare il ricorso ai combustibili fossili nell’uso domestico, consentendo loro di accedere a piani di pensionamento con investimenti conformi agli Esg.
  • La collaborazione con enti di primo livello, come Harvard e il Massachusetts Institute of Technology (Mit) per strutturare, attraverso analisi predittive ed elaborazioni dei dati, strategie atte a contenere il cambiamento climatico e a mitigarne i relativi effetti sulla salute, nonché per influire sulle decisioni politiche e migliorare la salute pubblica, in particolare delle popolazioni più vulnerabili del mondo.
    – Biogen collaborerà con il Joint Program on the Science and Policy of Global Changee il Technology and Policy Program, programmi diretti dal Mit, per contribuire alla creazione di nuovi modelli di valutazione dell’impatto sulla salute delle strategie contro il cambiamento climatico. Queste conclusioni saranno usate per colmare il divario che separa le evidenze scientifiche dalle scelte politiche, per poi intervenire nel dibattito politico e formare una nuova generazione di scienziati e leader capaci di agire con incisività.
    – Biogen collaborerà con la Harvard T.H. Chan School of Public Health, nello specifico con il Center for Climate, Health, and the Global Environment (Harvard Chan C-CHANGE), per aiutare le strutture ospedaliere che soffrono di scarsità di risorse a diventare più resilienti al cambiamento climatico, a garanzia della salute dei pazienti.
    – Biogen si confronterà con altre istituzioni operanti a livello mondiale, come il Consiglio Mondiale delle Imprese per lo Sviluppo Sostenibile (Wbcsd), il Forum Economico Mondiale (Wef) e il Global Compact delle Nazioni Unite (Ungc), per promuovere un progresso guidato dalla scienza e sensibile ai temi del clima, della salute e dell’equità.

Gli obiettivi

L’obiettivo di Biogen è abbandonare definitivamente i combustibili fossili entro il 2040, nonché promuovere il progresso della ricerca scientifica sull’impatto dei combustibili fossili sulla salute umana. “Riteniamo che ora sia il momento di passare ad azioni ancora più incisive: vogliamo sviluppare un programma che esamini il nostro modo di vivere, il nostro modo di produrre e il nostro consumo di energia per affrontare e mitigare le disuguaglianze nei servizi sanitari di tutto il mondo, nonché per costruire un futuro più solido e sostenibile per tutti”, ha dichiarato Michel Vounatsos, Amministratore delegato di Biogen. “Non sono a conoscenza di altre aziende che si siano impegnate ad abbandonare totalmente l’uso dei combustibili fossili per le loro attività a livello globale” ha dichiarato Bill Sisson, Direttore generale del Consiglio mondiale delle imprese per lo sviluppo sostenibile (Wbcsd) per il Nord America. “Mentre le altre aziende stanno prendendo misure significative per giungere alla compensazione delle proprie emissioni, Biogen sta già andando oltre, pianificando l’abbandono dei combustibili fossili in ogni ramo aziendale. Faccio un plauso alla loro ambizione.”