Gw Pharmaceuticals apre la sua prima sede italiana a Milano

L’azienda britannica è attiva nel campo della ricerca sui cannabinoidi e sui farmaci a base di cannabis muniti di autorizzazione rilasciata dalle autorità regolatorie

Gw pharmaceuticals Milano

Apre a Milano la prima sede italiana di Gw pharmaceuticals plc. L’azienda britannica è attiva nel campo della ricerca sui cannabinoidi e sui farmaci a base di cannabis muniti di autorizzazione rilasciata dalle autorità regolatorie.

Perché Milano

“Con l’apertura della sede a Milano, Gw non solo intende sottolineare l’impegno verso i pazienti e i medici italiani ma anche perseguire la missione di rendere disponibili farmaci innovativi a base di cannabinoidi a tutti quei pazienti le cui necessità mediche non risultano a oggi soddisfatte.” Ha annunciato Chris Tovey, GW’s Chief operating officer.

“Essendo Milano uno dei centri di eccellenza in Europa per ricerca e innovazione, nonché terreno fertile per l’imprenditoria, la città incontra appieno le nostre aspirazioni di crescita e sviluppo e rappresenta un luogo ideale da cui partire per consolidare la nostra presenza nel Paese”.

Chi guiderà la nuova sede

La sede italiana di Gw sarà guidata da Thomas Topini, da vent’anni impegnato nell’industria biofarmaceutica, con una considerevole esperienza nel campo dei medicinali innovativi e dei farmaci orfani. Topini ha ricoperto ruoli di rilevante responsabilità in molte aziende note, come Chiesi e Alexion.

Cosa fa Gw

Fondata oltre venti anni fa per rispondere a significative necessità insoddisfatte dei pazienti, Gw ha maturato una vasta esperienza nella ricerca, nello sviluppo e nella produzione di farmaci innovativi e rivoluzionari e si è cimentata in un progetto pionieristico che ha consentito di svelare i benefici medici della cannabis attraverso una rigorosa indagine scientifica, estesi studi clinici (ai quali hanno partecipato più di 8 mila pazienti in tutto il mondo) e approvazioni regolatorie.

La prima approvazione

Gw ha aperto la strada alla comprensione di come, se utilizzata correttamente, la cannabis possa aiutare a trattare e gestire le malattie. Questo lavoro ha portato all’approvazione regolatoria del primo farmaco a base di cannabis al mondo potenzialmente in grado di migliorare la qualità della vita delle persone.