Emicrania cronica, Panakès guida un investimento da 26 milioni in Salvia BioElectronics

La startup olandese sviluppa una terapia di neurostimolazione innovativa per l’emicrania cronica. Tra gli altri investitori figurano anche Inkef capital, Shs, con la partecipazione di Bom Brabant Ventures, Thuja capital e Dolby family ventures

venture capital

Panakès Partners, fondo di venture capital italiano attivo in ambito medtech, ha guidato un round di investimento da 26 milioni di euro in Salvia BioElectronics, startup che sviluppa una terapia di neurostimolazione innovativa per l’emicrania cronica. Tra gli altri investitori figurano anche Inkef capital, Shs, con la partecipazione di Bom Brabant Ventures, Thuja capital e Dolby family ventures.

Come verranno investiti i capitali

Salvia BioElectronics, si legge in una nota, utilizzerà i capitali raccolti per sviluppare una tecnologia di neurostimolazione unica in grado di affrontare target neurali noti nell’emicrania cronica e fornire la sua terapia a chi soffre di mal di testa debilitanti.

I sintomi dell’emicrania

L’emicrania è la prima causa di disabilità negli under 50, colpisce una persona su sette, e a soffrirne sono prevalentemente le donne. Le persone con emicrania lamentano episodi di dolore pulsante, a volte accompagnato da nausea, vomito e sensibilità alla luce, che possono durare da poche ore a diversi giorni. Inoltre, oltre il cinque per cento dei pazienti soffre di emicrania cronica.

Migliorare la vita delle persone

Stiamo costruendo un team di persone di grande talento – ha commentato Hubert Martens, ceo di Salvia BioElectronics – che sono appassionati di sviluppare una terapia che può cambiare la vita delle persone che soffre di emicrania cronica. Il finanziamento ci consente di completare lo sviluppo della nostra terapia per proseguire con il processo di ingresso nel mercato”.