Barroso sarà il nuovo presidente del Board di Gavi Alliance

L'ex Primo ministro portoghese nonché ex presidente della Commissione Ue sostituirà Ngozi Okonjo-Iweala a gennaio 2021 che ha guidato l'organizzazione nella lotta contro Ebola nella Rep. Democratica del Congo e contro la Polio nel resto del continente africano

Juan Manuel Barroso sarà il prossimo numero uno del Gavi Alliance, la cooperazione di soggetti pubblici e privati con lo scopo di migliorare l’accesso all’immunizzazione per la popolazione umana in paesi poveri. Barroso subentrerà a Ngozi Okonjo-Iweala (in carica dal 2016), economista, ex ministro dell’Econimia e degli Esteri in Nigeria nonché Managing director della Banca mondiale. Barroso entrerà in carica a gennaio 2021.

Il profilo

Barroso ha un profilo altissimo nell’olimpo dell’establishment politico europeo e internazionale. Ha rivestito il ruolo di Primo ministro del Portogallo tra il 2002 e il 2004 nonché ministro degli Affari esteri per il suo Paese. È stato anche il Presidente della Commissione Ue dal 2004 al 2014 e in questa veste ha ritirato anche il Nobel per la pace nel 2012 vinto dall’esecutivo comunitario. Al momento è vice presidente esecutivo di Goldman Sachs International.

Un’eredità pesante

Il ruolo di Barroso non sarà facile. Stando a quanto scrive Gavi stessa sul suo sito Okonjo-Iweala ha guidato l’organizzazione in uno dei più importanti periodi della sua storia caratterizzato dalla lotta all’Ebola nella Repubblica democratica del Congo e alla Polio (che è stata eradicata in Africa proprio quest’anno) senza considerare la messa in atto del progetto Covax contro Covid-19.

La candidatura

La selezione è iniziata a ottobre 2019 e la ricerca del sostituto di Okonjo-Iweala è stata condotta da una commissione apposita presieduta dall’ex presidente del Board Bill Roedy. In totale sono stati 115 gli aspiranti per una posizione che, certifica sempre Gavi, non è retribuita.