Biotech, Sanofi acquisirà l’olandese Kiadis Pharma per 308 milioni

Il gruppo farmaceutico francese ha annunciato la chiusura dell'accordo di acquisizione del 100% della biotech specializzata in terapie antitumorali

Sanofi

Sanofi ha annunciato un accordo per l’acquisto dell’olandese Kiadis Pharma, azienda biotech specializzata in terapie antitumorali. In base all’accordo, si legge in una nota diffusa dal gruppo farmaceutico francese, Sanofi lancerà un’offerta sull’intero capitale di Kiadis a 5,45 euro per aziende che valorizza l’azienda olandese 308 milioni di euro.

Cosa fa Kiadis

La piattaforma proprietaria di Kiadis si basa su cellule nk (natural killer) allogeniche o “pronte all’uso” di un donatore sano. Le cellule nk cercano e identificano le cellule tumorali maligne e hanno un’ampia applicazione in vari tipi di tumore. La piattaforma ha il potenziale per rendere i prodotti rapidamente ed economicamente disponibili per un’ampia popolazione di pazienti attraverso diverse di indicazioni.

La collaborazione

I farmaci a base di cellule nk di Kiadis saranno sviluppati da sole e in combinazione con le piattaforme esistenti di Sanofi. L’esperienza di Sanofi saranno sfruttate per far progredire la pipeline di Kiadis, che include farmaci a base di cellule nk per il trattamento di pazienti sottoposti a trapianto di cellule staminali ematopoietiche, tumori liquidi e solidi, nonché malattie infettive.

Il potenziale della terapia

Nel luglio 2020, Sanofi ha concesso in licenza il programma pre-clinico K-NK004 di Kiadis per il mieloma multiplo. La pipeline di terapie con cellule nk di Kiadis ha il potenziale per fornire una terapia aggiuntiva per i pazienti sottoposti a trapianto di cellule staminali ematopoietiche o affetti da leucemia mieloide acuta.

Il contributo di Sanofi

Sanofi fornirà le risorse e le capacità necessarie per accelerare lo sviluppo degli attuali programmi Kiadis per il trattamento dei tumori del sangue, dei tumori solidi e delle malattie infettive, massimizzando il loro potenziale a beneficio dei pazienti.