Oncologia, Msd acquisisce la biotech VelosBio per 2,75 miliardi di dollari

Il colosso americano acquisirà la tutte le azioni della società biofarmaceutica impegnata nello sviluppo di terapie antitumorali di prima classe mirate al recettore orfano 1 (Ror1)

Msd acquisizione

Merck, nota come Msd al di fuori di Stati Uniti e Canada, ha annunciato l’acquisizione, tramite una controllata, di tutte le azioni di VelosBio per 2,75 miliardi di dollari in contanti. VelosBio è una società biofarmaceutica impegnata nello sviluppo di terapie antitumorali di prima classe mirate al recettore orfano 1 (Ror1) simile alla tirosina chinasi.

Il principale candidato sperimentale di VelosBio è VLS-101, un coniugato farmaco-anticorpo (Adc) che mira a Ror1 che è attualmente in fase di valutazione in uno studio clinico di fase 1 e di fase 2 per il trattamento di pazienti con neoplasie ematologiche e tumori solidi.

Merck rafforza la pipeline

“Continuiamo a rafforzare la nostra pipeline di oncologia con acquisizioni strategiche che completano il nostro portafoglio attuale e rafforzano il potenziale di crescita a lungo termine”, ha affermato Roger Perlmutter, presidente di Merck research laboratories. “Il lavoro pionieristico degli scienziati di VelosBio ha prodotto il VLS-101, che nei primi studi ha fornito notevoli prove di attività in pazienti fortemente pretrattati con neoplasie ematologiche refrattarie, tra cui linfoma a cellule di mantello e linfoma diffuso a grandi cellule B”.

Gli studi

Nell’ottobre 2020, VelosBio ha annunciato di uno studio clinico di 2 (NCT04504916) per valutare VLS-101 per il trattamento di pazienti con tumori solidi, inclusi pazienti con carcinoma mammario triplo negativo (Tnbc), recettore ormonale positivo e/o carcinoma mammario Her2-positivo e carcinoma polmonare non a piccole cellule non squamoso (Nsclc).

Nei primi studi clinici, Vls-101 ha dimostrato un profilo di sicurezza gestibile e primi segni di attività antitumorale. I risultati di uno studio clinico di fase 1, che sarà presentato virtualmente alla 62a riunione annuale dell’American society of hematology (5-8 dicembre 2020), hanno mostrato che VLS-101 ha prodotto risposte cliniche oggettive, comprese risposte complete, nel 47 % (n = 7/15) dei pazienti con linfoma mantellare (MCL) e l’80% (n = 4/5) dei pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B.

I pazienti in questo studio di Fase 1 sono pesantemente pretrattati con altri farmaci antitumorali ei loro tumori non avevano risposto o avevano avuto una ricaduta dopo aver risposto a questi altri farmaci antitumorali. Inoltre, VelosBio sta sviluppando una pipeline preclinica di Adc di nuova generazione e anticorpi bispecifici che mirano a Ror1 con il potenziale per completare VLS-101 metodi alternativi di uccisione delle cellule tumorali.

La strategia

Dave Johnson, fondatore e amministratore delegato di VelosBio, ha dichiarato: “Siamo molto lieti che Merck abbia riconosciuto il valore delle nostre terapie sperimentali di prima classe dirette al ROR1. Nell’ambito della pipeline oncologica di Merck, il nostro principale prodotto candidato, VLS-101, è ora ben posizionato per raggiungere il suo massimo potenziale di beneficio ai pazienti affetti da cancro appropriati “.