Chirurgia robotica, Andrea Coratti presidente della Clinical robotic surgery association per il 2022

L'associazione riunisce i più importanti esperti di chirurgia robotica a livello internazionale. Coratti è già direttore dell’Uoc chirurgia generale di Grosseto e direttore del dipartimento di chirurgia della Asl Toscana Sud Est

chirurgia roboticaAndrea Coratti è stato eletto presidente della Clinical robotic surgery association (Crsa) per il 2022. Si tratta di un’associazione che riunisce i più importanti esperti di chirurgia robotica a livello internazionale. Crsa opera nel campo della chirurgia generale e delle sue specialità correlate, tra cui esofago-gastrica, toracica, colon-rettale, epatobiliare e pancreatica, endocrina e bariatrica. L’elezione è arrivata dopo che i 50 membri del consiglio direttivo hanno dato parere unanime alla sua candidatura. Coratti è già direttore dell’Uoc chirurgia generale di Grosseto e direttore del dipartimento di chirurgia della Asl Toscana Sud Est.

Passi in avanti

“È per me motivo di profonda soddisfazione essere eletto presidente della Crsa, ruolo che prima di me hanno rivestito illustri chirurghi”, afferma Coratti. Uno dei valori nel portare avanti la chirurgia robotica è condividere conoscenze e informazioni circa le tecniche impiegate e i risultati ottenuti. In questo momento di grandi cambiamenti nel settore sanitario, la tecnologia avanza velocemente e la chirurgia ne rappresenta l’avanguardia. Questo contribuirà a portare importanti vantaggi grazie a tecniche chirurgiche aggiornate”. In seguito alla nomina di Coratti per la prima volta il congresso internazionale della Crsa si svolgerà in Italia.

Un luogo di condivisione

La Crsa è un luogo virtuale di condivisione degli standard di pratica e di aggiornamento sulle tecniche robotiche su cui i professionisti possono confrontarsi e dare vita a discussioni con l’obiettivo di supportare e favorire la ricerca clinica e sperimentale, volta ad ampliare l’applicazione clinica della chirurgia robotica alla luce di una sempre maggiore sicurezza per il paziente.