Isf: connessione diretta tra azienda e medico

Fablab srl, società di Cgm, ha sviluppato Digital Medical Information uno strumentoche permette di fornire informazioni in tempo reale sui pazienti. Dal numero 184 del magazine. *IN COLLABORAZIONE CON FABLAB E CGM GROUP

L’epidemia da Covid-19 ha cambiato il rapporto tra medico e paziente. Per allentare la pressione su clinici, ospedali, strutture territoriali e garantire la tenuta del Servizio sanitario nazionale, le visite da remoto sono diventate la nuova normalità. Al tempo stesso, però, è cresciuta la necessità di monitorare costantemente e in maniera sempre più dettagliata le condizioni di salute delle persone. Per questo motivo, un ruolo fondamentale lo stanno giocando le tecnologie digitali, rivelatesi strumento di supporto essenziale per i professionisti dell’assistenza sanitaria durante il periodo dell’emergenza. Basti pensare che, da una recente ricerca dell’Osservatorio innovazione digitale in Sanità del Politecnico di Milano, è emerso che durante il lockdown il 62% dei medici di medicina generale si è convertito all’uso della telemedicina, mentre per quanto riguarda le strutture sanitarie si è diffuso significativamente l’utilizzo di strumenti come tele-consulto, tele-monitoraggio e tele-visita. In questo contesto, è importante per le aziende del settore mantenere un dialogo diretto con i medici, per comprendere le loro esigenze e supportarli nella gestione dei pazienti attraverso l’uso della tecnologia. 

Network di stakeholder: dialogo moderno

Cgm, CompuGroup Medical Italia, è un’azienda leader mondiale nella medical information technology che di recente ha lanciato sul mercato prodotti digitali utili a supportare e connettere in sicurezza tutti gli stakeholder territoriali nella gestione dei pazienti. Tra le molteplici società del gruppo, fablab srl, sta sviluppando soluzioni che permettono alle aziende un dialogo moderno e continuo con gli HCPs. Tutto ciò è reso possibile grazie a canali esclusivi che permettono di erogare le comunicazioni attraverso i software gestionali di Cgm, utilizzati ogni giorno da più di 8mila farmacie, 15.500 medici primary care, tramite la gestione di circa 20 milioni di cartelle cliniche elettroniche.

Il nuovo paradigma dell’informazione scientifica

Ascoltando i bisogni dei diversi stakeholder coinvolti nel cambiamento imposto dalla pandemia, fablab si è concentrata sulla possibilità di fornire le informazioni ai medici nel momento in cui ne hanno davvero bisogno. In che modo? Sviluppando un nuovo paradigma nell’informazione scientifica e costruendo un ponte affidabile tra aziende farma e i medici. In questo contesto nasce l’idea di inserire all’interno di uno dei servizi informativi già a disposizione del medico (MIM e-Magazine di informazione medica) uno strumento di connessione diretta con le aziende. Si tratta di Digital Medical Information, tool che dà accesso immediato al medico a risorse e documentazione messe a disposizione dalle aziende nel momento in cui si presenta una necessità di approfondimento. Grazie a un sistema informatizzato, integrato nel gestionale della cartella clinica, è anche possibile individuare i pazienti target, in base alle condizioni diagnostiche e terapeutiche presenti nella cartella stessa, proponendo al medico contenuti contestualizzati alla patologia per suggerire approfondimenti.

Le esigenze e i cambiamenti di mercato

L’idea sviluppata da fablab – in collaborazione con DOC Generici – permette al medico di avere accesso alla comunicazione con l’industria direttamente dal software gestionale.“In DOC Generici la responsabilità sociale guida tutte le nostre azioni. Tra queste, oltre a garantire la qualità dei nostri prodotti ed il risparmio dei pazienti, ogni giorno ci impegniamo ad investire sul futuro di medici e farmacisti. Grazie a fablab la nostra offerta formativa sarà sempre a disposizione di tutti i medici in modo semplice ed immediato”, commenta Emanuele Loiacono, direttore commerciale di DOC Generici. fablab e Cgm si impegnano costantemente per rispondere ai cambiamenti e alle esigenze del mercato attraverso un dialogo costante con i differenti stakeholder. Con l’obiettivo di disegnare e realizzare soluzioni digitali per agevolare l’accesso alle cure, ridurre i tempi di connessione tra paziente e HCPs, monitorare l’aderenza terapeutica e interagire con i servizi territoriali garantendo la sicurezza e lo scambio di informazioni. 

In collaborazione con fablab e CGM Group