Msd e Unicef creeranno la prima scorta globale di vaccini contro l’Ebola

La scorta offrirà uno strumento rapido di risposta per aiutare a combattere future epidemie di questa malattia emorragica altamente contagiosa ed endemica in alcune parti dell'Africa centrale e occidentale

Ebola

Msd ha annunciato un accordo con l’Unicef per la creazione del primo stockpile mondiale di vaccini contro l’Ebola con il vaccino vivo contro il virus Ebola Zaire. Tale accordo è il risultato della collaborazione avviata in Africa e in tutto il mondo.

Vaccino contro virus Ebola Zaire

Il vaccino vivo contro il virus Ebola Zaire è un vaccino indicato per la prevenzione delle malattie causate dal virus Ebola Zaire in soggetti di età pari o superiore a 18 anni. La durata della protezione conferita dal vaccino vivo contro il virus Ebola Zaire non è nota e il vaccino non protegge da altre specie di Ebolavirus o Marburgvirus. L’efficacia del vaccino quando somministrato in concomitanza con farmaci antivirali, immunoglobuline (IG) e/o trasfusioni di sangue o plasma non è nota e non va somministrato a soggetti con una storia di grave reazione allergica (es., anafilassi) a qualsiasi componente del vaccino, comprese le proteine del riso.

Uno strumento contro le epidemie

Lo stockpile globale offrirà uno strumento rapido di risposta per aiutare a combattere future epidemie di questa malattia emorragica altamente contagiosa ed endemica in alcune parti dell’Africa centrale e occidentale.

L’inventario delle scorte è costruito nel tempo e mantenuto da MSD. Per garantire un equo uso del vaccino in base al rischio per la salute pubblica, lo stockpile sarà gestito dal Gruppo di Coordinamento Internazionale (Icg) sulla fornitura di vaccini, in conformità con le linee guida del Gruppo consultivo strategico di esperti (Sage) sull’immunizzazione.

Chi potrà richiederlo

Qualsiasi Paese del mondo potrà richiedere il vaccino all’Icg qualora dovesse affrontare un rischio imminente o una necessità rilevante. I membri dell’ICG includono l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), l’Unicef, Médecins sans frontières (Msf) e la Federazione internazionale delle società della Croce rossa e della mezzaluna rossa (Ifrc). Gavi, la Vaccine alliance, in qualità di collaboratore chiave dell’Icg, sta finanziando lo stockpile e la distribuzione di vaccini per i Paesi eleggibili al sostegno di Gavi.

“Per Msd – ha dichiarato John Markels, presidente di Msd Vaccines – scoprire, sviluppare e mettere a disposizione farmaci e vaccini per combattere le malattie infettive è fondamentale per la nostra missione di salvare e migliorare vite in tutto il mondo. È un onore poter collaborare con l’Oms, il Gavi, l’Unicef, il governo degli Usa e molti altri per arrivare fino a questo punto. Nonostante ci sia ancora molto lavoro da fare, lo stockpile è un nuovo e potente strumento per supportare la futura preparazione alle epidemie e gli sforzi per una rapida risposta. Questa storica pietra miliare dimostra cosa è possibile fare quando partner diversi si uniscono per perseguire uno scopo comune”.

Il progetto

Il vaccino vivo contro il virus Ebola Zaire è inizialmente progettato dagli scienziati dell’Agenzia per la Sanità pubblica del National Microbiology Laboratory del Canada e la tecnologia viene successivamente concessa in licenza da una consociata di NewLink Genetics Corporation, ora nota come Lumos Pharma, Inc.

Il vaccino vivo contro il virus Ebola Zaire è approvato condizionatamente dall’Agenzia Europea per i Medicinali l’11 novembre 2019, ottenendo successivamente la prequalificazione dall’Organizzazione Mondiale della Sanità il 12 novembre 2019. Successivamente approvato dalla Food and drug administration statunitense il 20 dicembre 2019 ed è ora registrato per l’uso in 8 Paesi africani. Dall’inizio dell’epidemia nella Repubblica democratica del Congo nel 2018, Msd ha donato più di 350mila dosi sperimentali del vaccino per supportare un protocollo di programma di accesso esteso alla vaccinazione.