Novartis, nel 2020 crescono fatturato (+3%) e utile netto (+13%)

Presentati i dati di bilancio dell'anno appena concluso del colosso farmaceutico svizzero. Nonostante la pandemia da Covid-19, il gruppo ha realizzato una performance positiva, proponendo anche un dividendo in crescita dell'1,7%. "Puntiamo alla crescita ulteriore del fatturato e del risultato operativo di qui al 2025", ha commentato il Ceo Vas Narasimhan

Novartis

È stato un 2020 positivo in termini di risultati finanziari per il colosso farmaceutico Novartis. Nell’anno dell’epidemia da Covid-19, il gruppo di Basilea ha registrato una crescita del fatturato del 3% (48,66 miliardi di dollari), nonché un incremento del 13% dell’utile netto (20% a tassi di cambio costanti) a 8,07 miliardi di dollari. Il dividendo proposto è di tre franchi per azione, in aumento dell’1,7%.

Le sfide di Novartis

Commentando i risultati del 2020, il Ceo di Novartis Vas Narasimhan ha dichiarato: “Nonostante le sfide poste con il Covid-19, Novartis ha realizzato nel 2020 una solida performance, in tutte le nostre priorità strategiche. Sul piano operativo, abbiamo incrementato il fatturato e continuato a migliorare i margini operativi core in Innovative Medicines. Abbiamo fatto progredire la nostra nuova generazione di farmaci, ottenendo una serie di nuove approvazioni, con in evidenza Kesimpta negli Stati Uniti, Leqvio e Zolgensma nell’Ue, così come la nostra ampia pipeline nella fase intermedia di sviluppo di farmaci first-in-class. Guardando al futuro, siamo fiduciosi che i progressi che abbiamo realizzato nell’ambito delle nostre priorità strategiche di azienda focalizzata sui farmaci si tradurranno in una crescita del fatturato e del risultato operativo di qui al 2025″.

Altri numeri

Tornando ai dati di bilancio, l’utile per azione è cresciuto del 14% (21% a tassi di cambio costanti), mentre l’utile netto core – che non tiene conto degli effetti di cambio, le rettifiche di valore, gli ammortamenti, i costi di ristrutturazione superiori a 25 milioni di dollari e gli elementi straordinari – ha raggiunto i 13,6 miliardi di dollari. Il risultato operativo è cresciuto del 12% (+19% a tassi di cambio costanti)

L’andamento delle unità di business

Più in dettaglio la business unit pharmaceuticals è cresciuta del 5% trainata da Entresto (+44%), Zolgensma (che ha raggiunto 0,9 miliardi di dollari), Cosentyx (+13%), Ilaris (+31%) e dall’acquisizione di Xiidra (+95%). L’unità di oncologia è cresciuta del 3% guidata dalle performance di Promacta / Revolade (+23%), Jakavi (+20%), Kisqali (+45% in v.c.), Tafinlar + Mekinist (+16%) e Piqray (che ha raggiunto 0,3 miliardi di dollari). Stabile il fatturato di Sandoz, in linea (-1% in dollari) con la crescita del 19% dei Biosimilari. Il Covid-19 ha avuto un impatto negativo sulla domanda, in particolare in oftalmologia, dermatologia e nelle vendite al dettaglio di Sandoz.

Novartis