Malattie autoimmuni, Enthera raccoglie un finanziamento da 35 milioni (da Roche e Abbvie)

L'azienda biotech che sviluppa farmaci di ultima generazione ha ricevuto il supporto del fondo di venture dei due gruppi farmaceutici, insieme a Sofinnova Partners ed altri investitori istituzionali. I capitali raccolti serviranno a potenziare lo sviluppo clinico del farmaco di punta dell'azienda

Malattie autoimmuni Enthera

Enthera Pharmaceuticals  azienda biotech che sviluppa farmaci biologici di ultima generazione per la cura di malattie autoimmuni, ha annunciato la chiusura della raccolta fondi di Series A, per un totale di 35 milioni di euro.

Il Roche venture fund si unisce a un pool di investitori internazionali in seguito alla prima chiusura della raccolta fondi di 28 milioni di euro, annunciata a luglio 2020, guidata congiuntamente, da Sofinnova Partners, e dal nuovo investitore AbbVie Ventures. Completano il pool di investitori il JDRF T1D Fund (il fondo di venture capital del JDRF) e diversi investitori italiani, tra cui un gruppo coordinato da Banor SIM, uno coordinato da Banca Profilo attraverso Arepo Fiduciaria e Indaco Venture Partners Sgr.

La prima volta di Roche e Abbvie in una biotech italiana

Il deal segna il primo investimento sia del Roche venture fund che di AbbVie in un’azienda biotech italiana. Enthera è stato anche il primo investimento europeo del fondo JDRF T1D, che ha precedentemente investito nell’azienda durante il round di finanziamento iniziale da 4 milioni di euro nel 2018. Come parte integrante del round di Serie A, Carole Nuechterlein, responsabile del Roche Venture Fund, entra nel consiglio di amministrazione di Enthera.

Come verranno utilizzati i capitali

I capitali raccolti saranno utilizzati per ottenere lo sviluppo clinico di Ent001, il principale programma di Ricerca e Sviluppo di Enthera. Ent001 è un farmaco in sviluppo con la capacità di rigenerare il compartimento delle cellule beta pancreatiche nel diabete di tipo 1, e della mucosa intestinale nelle malattie infiammatorie croniche intestinali, al fine di ristabilire la funzione dell’organo. I fondi saranno anche utilizzati per estendere ulteriormente la pipeline di Enthera.

Commentando il finanziamento, Giovanni Amabile, Ceo di Enthera, ha dichiarato: “Il fatto che un fondo come il Roche Venture Fund abbia aderito, completando la nostra raccolta di fondi di Serie A rafforza in maniera determinante il team di investitori internazionali e fornisce un’ulteriore spinta alla crescita dell’azienda. Il considerevole finanziamento ottenuto, evidenziala grande potenzialità del programma di ricerca di Enthera, sia i progressi che l’Italia sta compiendo nel settore biotech.” Aggiungendo che: “I fondi raccolti ci permetteranno di accelerare lo sviluppo del nostro farmaco Ent001 e al fine portare la nostra molecola di ultima generazione in clinica. Attraverso questo progetto e la crescita della nostra più ampia pipeline, abbiamo come obiettivo quello di sviluppare trattamenti sicuri ed efficaci per i pazienti affetti da patologie incurabili come il diabete di tipo 1 e le infiammatorie intestinali croniche”.