Anche Novartis produrrà il vaccino anti-Covid di Pfizer/Biontech

Una mossa volta a sostenere la produzione del vaccino, affinché le forniture non scendono al di sotto della domanda a causa dei ritardi nelle consegne dei vaccini Pfizer/Biontech e, nel frattempo, anche di quelli dalla società britannica Astrazeneca. La produzione avverrà a Stein, in Svizzera e dovrebbe partire nel secondo trimestre del 2021

Novartis

Dopo l’annuncio di Sanofi dello corso 27 gennaio di voler affiancare Pfizer nella produzione del vaccino contro Covid-19 nell’Unione Europea, è la volta di Novartis. Anche il colosso svizzero ha firmato un accordo per fornire sostenere la produzione del vaccino anti Covid-19 di Pfizer e Biontech, una mossa volta ad aiutare a incrementare la produzione poiché le forniture scendono al di sotto della domanda. Secondo l’accordo Novartis utilizzerà i suoi impianti di produzione situati a Stein, in Svizzera, come ha riferito in una dichiarazione lo scorso venerdì. La stessa ha anche dichiarato che prevede di iniziare la produzione nel secondo trimestre del 2021.

Cosa prevede l’accordo

Novartis prevede di prendere il principio attivo mRNA sfuso da BioNTech e riempirlo in fiale in condizioni asettiche per la spedizione a BioNTech per la distribuzione ai clienti del sistema sanitario in tutto il mondo. La conclusione dell’accordo arriva in un momento in cui crescono i timori di interruzioni nelle consegne dei vaccini Pfizer/Biontech e, nel frattempo, anche di quelli dalla società britannica Astrazeneca. La diatriba tra Unione europea e AstraZeneca va avanti infatti da giorni e ha portato la Commissione europea a pubblicare il contratto firmato con AstraZeneca. Sempre oggi è arrivato il parere positivo dell’Ema per il vaccino di AstraZeneca e si attende   la decisione della Commissione Ue per l’immissione in commercio.

Altri accordi in vista

Il team di produzione Novartis, aggiunge la nota è in discussioni avanzate con una serie di altre società per intraprendere attività di produzione di materie prime per vaccini Covid e terapie. Le informazioni saranno divulgate diffuse una volta concluse tali discussioni.