Farmaceutica, Angelini ufficializza l’acquisizione di Arvelle Therapeutics per 960 milioni di dollari

La finalizzazione dell'accordo arriva pochi giorni dopo l'annuncio del parere positivo dell'Ema-Chmp a cenobamato per il trattamento aggiuntivo delle crisi focali non controllate negli adulti con epilessia

Angelini

Angelini Pharma ha ufficializzato l’acquisizione di Arvelle Therapeutics, società biofarmaceutica con sede in Svizzera, focalizzata sullo sviluppo di trattamenti innovativi destinati a pazienti affetti da disturbi del Sistema nervoso centrale (Snc). L’operazione rientra nell’ambito di una transazione basata su una valutazione complessiva aggregata fino a un massimo di 960 milioni di dollari. Secondo quanto riporta una nota diffus dalla società, al momento della finalizzazione sono stati pagati 370 milioni di dollari, altri 240 milioni saranno pagati dopo l’approvazione regolamentare dell’accordo.

Arvelle, cosa fa

Dalla fondazione dell’azienda, nel 2019, il team di Arvelle si è impegnato per rendere disponibile cenobamato alle persone affette da epilessia in Europa, creando al tempo stesso un valore significativo per i suoi azionisti. Il team ha collaborato a stretto contatto con gli enti regolatori europei per depositare la domanda di Autorizzazione all’immissione in commercio (Aic) e ha preparato il lancio in tutta Europa e in tutte le aree chiave dell’azienda. Arvelle aveva tenuto i diritti commerciali al cenobamato sotto un accordo di licenza con SK Biopharmaceuticals.

Il ruolo di Angelini

“L’acquisizione di Arvelle rappresenta una pietra miliare nel nostro percorso di crescita – afferma Pierluigi Antonelli, Ceo di Angelini Pharma Il recente parere positivo del Chmp sul cenobamato – per il trattamento aggiuntivo delle crisi a esordio focale con o senza generalizzazione secondaria in pazienti adulti con epilessia – rappresenta un altro traguardo importante per noi e per i pazienti. Si stima che in Europa ci siano 6 milioni di persone con epilessia e circa il 40% delle persone adulte con epilessia ha un controllo inadeguato delle crisi dopo il trattamento con due farmaci antiepilettici.

Il cenobamato ha mostrato un’efficacia significativa, con più pazienti che hanno ottenuto una riduzione del 50% o maggiore della frequenza delle crisi e tassi senza precedenti di libertà dalle crisi fino al 21% rispetto al placebo. Siamo colpiti ed entusiasti di ciò che il team di Arvelle Therapeutics ha raggiunto e pienamente impegnati a portare il cenobamato ai pazienti grazie alle nostre capacità mediche distintive e alla nostra presenza commerciale“.

Diritti sul cenobamato

Grazie a questa acquisizione, Angelini Pharma si propone come uno dei protagonisti nel mercato delle aziende focalizzate sui trattamenti dei disturbi del sistema nervoso centrale (Snc) e della salute mentale. Inoltre, entro il 2022, saranno aperte affiliate dirette di Angelini Pharma in Francia, Regno Unito, Paesi nordici e Svizzera. A seguito dell’acquisizione, Angelini Pharma avrà la licenza esclusiva per la commercializzazione del cenobamato nell’Unione europea e in altri paesi dello Spazio Economico Europeo (Svizzera e Regno Unito).