Human Technopole: Andrea Sottoriva guida il Centro di biologia computazionale

Ricercatore di fama internazionale, è attualmente direttore del Centre for evolution and cancer presso l’Institute of cancer research di Londra

Andrea Sottoriva, ricercatore di fama internazionale, è stato scelto come responsabile del Centro di biologia computazionale di Human Technopole. Professore di genomica ed evoluzione del cancro, è attualmente direttore Centre for Evolution and Cancer presso l’Institute of Cancer Research di Londra. Selezionato con un bando, nei prossimi mesi trasferirà completamente la sua attività a Milano, dove si dedicherà a diversi ambiti di ricerca, fra cui lo sviluppo di strumenti di genomica computazionale per scoprire i meccanismi di resistenza ai farmaci del cancro, con lo scopo di prevedere l’evolversi dei tumori e consentire l’intervento tempestivo in ogni paziente.

All’Institute of Cancer Research di Londra, Sottoriva è anche deputy head della divisione di patologia molecolare e di principal investigator del gruppo di ricerca in genomica evolutiva e modellazione. Autore di studi pubblicati su prestigiose riviste scientifiche tra cui Science, Nature Genetics e Cancer Discovery, nel 2016 ha ottenuto il prestigioso premio “Future Leaders in Cancer Research” conferitogli dal Cancer Research UK.

La scelta di Human Technopole

“La designazione di Andrea Sottoriva – commenta il direttore della Fondazione Human Technopole Iain Mattaj – rappresenta un importante passo in avanti nello sviluppo del nostro istituto. Le conoscenze e le tecnologie oggi a disposizione delle scienze della vita ci permettono di analizzare sempre più in dettaglio e in profondità il genoma umano. Tuttavia, ne viene generata una mole di dati enorme, troppo vasta e complessa da gestire senza l’uso di strumenti computazionali avanzati. È in questo ambito che diviene indispensabile l’aiuto della biologia computazionale e di scienziati come Andrea: i sistemi di intelligenza artificiale e machine learning che sviluppano – conclude Mattaj –  sono la chiave che ci permette di comprendere i meccanismi di funzionamento del nostro organismo e sviluppare terapie personalizzate”.

Soddisfatto anche Marco Simoni, presidente della Fondazione Human Technopole Marco Simoni sottolinea: “L’arrivo di Andrea Sottoriva è una magnifica notizia per la ricerca italiana e per Human Technopole che si conferma un centro attraente per gli scienziati internazionali e per gli italiani che scelgono di tornare dopo anni di prestigiose esperienze all’estero”.

L’agenda di lavoro

Al Centro di biologia computazionale di Human Technopole – ricorda una nota della Fondazione – “si sviluppano nuovi metodi per l’analisi, l’integrazione e l’interpretazione dei dati, anche con l’obiettivo di rendere tali dati disponibili al più ampio spettro di scienziati”.

Guidato da Sottoriva, il centro “utilizzerà approcci statistici, bio-informatici e di intelligenza artificiale per studiare diverse tipologie di problemi, in particolare i processi biologici associati alle malattie umane, sviluppando tecnologie avanzate, nuovi algoritmi e software per simulare fenomeni biologici complessi e condurre analisi di big data”.

Una parte del lavoro sarà dedicata al “design di metodi per la scoperta e il riposizionamento di farmaci per l’oncologia, utilizzando dati di genomica funzionale provenienti da screening di vulnerabilità di tumori e modelli in vitro”.