Dispositivi medici, Welcare Industries cresce e dà il via al nuovo sito produttivo

L’azienda con sede a Orvieto ha appena acquistato un terreno (2mila metri quadrati) su cui sorgerà un nuovo impianto di produzione. Obiettivo: espandere il portafoglio prodotti e crescere sul mercato italiano

Welcare industries

Aumentare la produzione, per andare in contro alle richieste del mercato, ed espandere il proprio portafoglio prodotti. Sono queste le motivazioni che hanno spinto Welcare Industries – azienda che sviluppa, produce e commercializza dispositivi medici per la prevenzione e il trattamento di patologie cutanee – a realizzare un nuovo stabile che ospiterà le camere bianche e i macchinari di ultima generazione, nonché nuovi uffici e un ampio magazzino. I nuovi spazi sorgeranno su un terreno adiacente agli attuali stabilimenti della società (a Orvieto), recentemente acquistato con un investimento da 200mila euro. Il nuovo sito produttivo dovrebbe essere operativo già alla fine del 2021.

La genesi del progetto

“L’idea è nata un paio di anni fa” spiega Fulvia Lazzarotto, Ceo di Welcare Industries. “All’epoca ci siamo accorti che la domanda per la tipologia di nostri prodotti stava crescendo e che l’incremento del nostro portafoglio avrebbe richiesto l’espansione del nostro sito produttivo. Non si tratta di un’operazione semplice, perché Welcare lavora in camera bianca e quindi si tratta di costruire delle camere con tecnologie opportune per poter lavorare in sicurezza, in ambienti con area filtrata, simili a quelli che vengono realizzati per la produzione di farmaci”.

Il coinvolgimento dei dipendenti

L’iniziativa ha coinvolto attivamente anche i dipendenti dell’azienda. “Ci piace sottolineare il fatto di aver dato a tutti i nostri dipendenti una piantina del terreno appena acquistato e dello stabile attuale”, raccontano Fulvia Lazzarotto e Marco Grespigna, general manager di Welcare. “L’obiettivo è di coinvolgerli direttamente, qualora ne avessero piacere, invitandoli a suggerire alla direzione quale potrebbe essere la planimentria del nuovo stabile, dal loro punto di vista. È un modo per avere idee innovative, partorite da chi lavora tutti i giorni in ambienti di questo tipo”.

Non solo dispositivi

Nel frattempo, l’attività di Welcare ha allargato gli orizzonti. “Il nostro portafoglio non si è espanso solo dal punto di vista dei prodotti, ma anche per quanto riguarda le categorie. Fino allo scorso anno producevamo solo dispositivi medici, oggi lavoriamo anche con i biocidi che rispondono a una diversa normativa europea e che richiedono spazi dedicati”, afferma Grespigna.

Cresce l’organico

Con l’aumento degli spazi produttivi, crescono anche le risorse all’interno dell’azienda. “L’ampliamento dell’organico è già iniziato. Da inizio anno abbiamo assunto due professionisti per operare in camera bianca e nella manutenzione dei macchinari.  Altre tre risorse saranno dedicate allo sviluppo della parte clinica. Il nostro obiettivo è crescere sul mercato italiano, per questo motivo a fine marzo due field manager. In totale, nell’arco di un anno abbiamo inserito in organico sette persone”, conclude Fulvia Lazzarotto.