Associazioni a favore dell’omeopatia, ecco dove sono (e quali) in tutto il mondo

Professionisti della salute e pazienti si riuniscono in realtà associative a sostegno di questa disciplina, così da condividere quali siano i benefici che offre ai pazienti, all'ambiente e quale contributo dà ai percorsi di cura sostenibili. *IN COLLABORAZIONE CON BOIRON ITALIA

Associazioni omeopatia

Associazioni a favore dell’omeopatia. Ce ne sono in tutto il mondo. Oggi professionisti della salute e pazienti si riuniscono in associazioni a sostegno di questa disciplina, così da condividere quali siano i benefici a favore di pazienti, ambiente e più in generale i contributi che l’omeopatia offre nell’ottica di un percorso di cura sostenibile.

Gli obiettivi

L’obiettivo di tali associazioni è sostenere l’omeopatia, aumentando la consapevolezza e favorendo una corretta comunicazione in questo ambito. E così, migliaia di pazienti si riuniscono per sensibilizzare il loro concittadini e le autorità sui vantaggi dell’approccio omeopatico. A livello globale, sono diverse le associazioni a favore dell’omeopatia. Ecco un elenco, non esaustivo, delle principali realtà attive in tutto il mondo.

Germania, integrazione tra medicina tradizionale e terapie complementari

In Germania la mobilitazione è condotta dall’associazione Hahnemannia, in omaggio al padre dell’omeopatia, il medico tedesco Samuel Hahnemann (1755-1843). Sostenuta da molti sindaci, Hahnemannia è riuscita recentemente ad ottenere dalle autorità tedesche il riconoscimento dell’omeopatia. È stato infatti trovato un accordo di coalizione politica con l’obiettivo di integrare la medicina complementare nelle terapie standard a lungo termine e di includerla nell’elenco dei servizi dell’assicurazione malattia. Fondata nel 1868 a Stoccarda, fa parte di Efpha (Federazione europea delle associazioni di pazienti omeopatici), l’organizzazione ombrello di tutte le associazioni di pazienti in Europa.

Belgio, valore al beneficio sui pazienti

In Belgio, l’associazione non profit “Pro Homeopathia”, fondata nel 1972, lavora per difendere la pratica clinica sul territorio nazionale. Ritiene, infatti, che il dibattito sull’efficacia dell’omeopatia debba tenere conto dei benefici per il paziente, testimone dei suoi effetti. Per sensibilizzare il pubblico all’approccio omeopatico, “Pro Homeopathia” svolge un’azione di informazione su questa opportunità terapeutica e ne testimonia il valore. Aiuta anche a difendere questa disciplina medica e i pazienti presso le autorità pubbliche belghe e le istituzioni europee.

Italia, lotta al riconoscimento ufficiale

Per quanto riguarda l’Italia, l’associazione dei pazienti omeopatici APO Italia è impegnata dal 1991 nella tutela della salute e degli interessi di coloro che si curano con la medicina omeopatica. Con sede a Napoli e socia dell’EFHPA, sostiene il riconoscimento e la tutela di questa terapia nell’ambito del sistema sanitario nazionale. Il suo intento è quello di informare, condividendo le conoscenze attuali.

 

Leggi l’articolo integrale su unasalute.it

Home page rubrica: Una salute, una medicina. Notizie opinioni e dati sull’omeopatia

 In collaborazione con Boiron Italia