Gsk Vaccines: a Siena 18 milioni di dollari (da Carb-X) per vaccini contro le infezioni batteriche

L’Institute for global health dell’azienda riceve un finanziamento dal consorzio guidato dall’Università di Boston per accelerare gli sforzi contro l’antibiotico-resistenza. Focus sulla lotta a streptococco di gruppo A e salmonella invasiva

gsk vaccines

Arrivano a Siena 18 milioni di dollari per sostenere lo sviluppo di vaccini contro le infezioni batteriche da streptococco di gruppo A e salmonella invasiva. Il Gsk Vaccines institute for global health (Cvgh), che ha sede in Toscana, riceverà un finanziamento da 18 milioni di dollari da Carb-X, ovvero dal Combating antibiotic-resistant bacteria biopharmaceutical accelerator, una partnership guidata dall’Università di Boston di cui fanno parte anche Wellcome Trust, Bill & Melinda Gates Foundation e il National institute of allergy and infectious diseases (Niaid). È la prima volta che Carb-X assegna un finanziamento a una realtà presente in Italia.

Gsk Vaccines Institute for global health

I fondi, assegnati a Gsk Biologicals e alla sua affiliata Gvgh, verranno riconosciuti integralmente al raggiungimento di determinati obiettivi.  “Gvgh è impegnato ogni giorno – commenta Francesco Berlanda Scorza, direttore di Gvgh – a lavorare con i partner per sviluppare vaccini efficaci e a basso costo che proteggano le comunità vulnerabili da alcune delle malattie più diffuse che causano un’elevata morbilità e mortalità nei paesi in via di sviluppo. Grazie al supporto di Carb-X, abbiamo l’opportunità di portare avanti lo studio di vaccini innovativi contro la salmonella e lo streptococco di gruppo A e contribuire alla lotta contro la resistenza antimicrobica)”. Il Gsk Vaccines Institute for global Health (Gvgh) opera all’interno del Centro ricerche Gsk Vaccines di Siena e conta circa 50 collaboratori.