M&A, Giuliani Spa acquisisce Nathura

Nuova operazione per la società farmaceutica dopo l'acquisizione del 50% di Ghs (Gemelli health system), spin-off della Fondazione Policlinico Gemelli di Roma ad aprile 2020

Giuliani SpA, società farmaceutica attiva nel campo della gastroenterologica, tricologica e dermatologica di proprietà della famiglia Giuliani, annuncia l’acquisizione di Nathura SpA, azienda che fa capo a una famiglia di imprenditori emiliani, attiva da oltre 25 anni nel settore nutraceutico (conta circa 60 dipendenti e nel 2020 ha fatturato oltre 14 milioni di euro).

Strategie di M&A

L’ingresso di Nathura nel gruppo rappresenta l’ultima tappa nel percorso che vede da tempo Giuliani impegnata in attività di M&A e che ha avuto una nuova accelerazione nell’aprile del 2020 con l’acquisizione del 50% di Ghs (Gemelli health system), spin-off della Fondazione Policlinico Gemelli di Roma. “Nathura rappresenta un ritorno alle radici storiche di Giuliani, quelle dell’Amaro medicinale Giuliani, capostipite dell’utilizzo di attivi naturali per la salute ed il benessere digestivo”, commenta Gaetano Colabucci, Direttore generale di Giuliani. “Si tratta inoltre di una eccezionale opportunità per rafforzare lo sviluppo del nostro business gastrointestinale. L’operazione rientra nella strategia di sviluppo della società, che fa perno sia sulla la crescita organica dei nostri marchi leader, sia sull’acquisizione di asset strategici esterni che concorrono a rafforzare la presenza e la rilevanza del gruppo presso i farmacisti e la classe medica”. L’acquisizione di Nathura consente, infatti, a Giuliani di raggiungere un significativo ampliamento del portafoglio prodotti nel segmento ‘medical’, a più spiccata vocazione prescrittiva, che affiancherà il business dermatologico sviluppato dall’azienda negli ultimi anni.

I soggetti coinvolti nell’operazione

Nell’operazione, Giuliani SpA è stata affiancata da PwC in qualità di M&A advisor, consulente finanziario e legale esclusivo per le attività di due diligence e negoziazione. Ubi Banca ha contribuito al finanziamento dell’operazione. Nathura, è stata assistita da Brera financial advisory in qualità di M&A advisor e da Giovannelli e Associati per gli aspetti legali.