Piano vaccini anti-Covid: aderiscono 11mila farmacie

In campo il 60% delle associate di Federfarma (10.400) più 600 farmacie comunali. In ogni presidio una media di 15-20 somministrazioni al giorno. Coinvolti 25mila professionisti

piano vaccini anti-covid

Circa 11mila farmacie aderiscono al piano per le vaccinazioni anti-Covid. Ad annunciarlo è Federfarma, che ha terminato la raccolta delle adesioni. Su 18mila associate alla federazione, sono disponibili 10.400 farmacie, cioè il 60 per cento. A queste si aggiungono circa 600 farmacie comunali. In campo 25mila professioni, che seguiranno un corso ad hoc organizzato dall’Istituto superiore di sanità (Iss).

Verso 450mila vaccini al giorno

Secondo Federfarma, grazie alle somministrazioni in farmaci, il numero delle iniezioni quotidiane in Italia può passare rapidamente dalle attuali 250mila a circa 450mila. “Ringrazio tutte le farmacie italiane e le organizzazioni territoriali di Federfarma per aver fornito, pur nella complessità dell’attuale situazione, una pronta e fattiva risposta all’esigenza del Paese” afferma il presidente di Federfarma nazionale, Marco Cossolo.

Le farmacie nel Recovery plan

Nell’ottica di rafforzare l’assistenza territoriale, Federfarma ha presentato al Parlamento e al Governo il progetto “Farmacia italiana nel Pnnr”, come contributo al Piano nazionale di ripresa e resilienza. L’iniziativa prevede, spiega Federfarma, “un concorso di capitali privati nella misura di tre euro per ogni euro pubblico, attivando un volume di investimenti pari, in tre anni, a 2,3 miliardi di euro”. Cossolo asupica che il progetto venga inserito nella versione finale del Pnnr:  “Con l’impiego di 500 milioni di euro di risorse pubbliche si potrebbero infatti realizzare investimenti per oltre due miliardi di euro grazie al concorso del capitale privato, con il risultato di garantire un diffuso rafforzamento del Servizio sanitario nazionale a livello territoriale”, conclude Cossolo.