Terapie geniche, l’ospedale San Raffaele entra nel network americano TriNetX (specializzato in Rwe)

L'operazione consentirà all'Istituto milanese di potenziare il proprio impegno nella ricerca sulla sperimentazione clinica e consolidare la posizione nel campo della terapia genica per le malattie rare

San Raffaele

L’Ospedale San Raffaele si unisce al network americano TriNetX, specializzato nell’analisi di dati in real world, con l’obiettivo di potenziare il suo impegno nella ricerca sulla sperimentazione clinica e per consolidare la propria posizione nel campo della terapia genica per le malattie rare.

La strategia

“Siamo entrati a far parte della rete TriNetX per il nostro desiderio di espandere il ruolo del San Raffaele come sede di studi clinici qualificati e in tutte le fasi e di fornire sempre più pazienti in tutte le aree cliniche per scoperte di farmaci e nuovi trattamenti”, ha affermato Federico Esposti, Chief transformation officer, strategy and operations manager del San Raffaele. “Far parte della rete TriNetX ci aiuterà a continuare a far crescere la nostra reputazione come sito di test e distribuzione di primo piano per approcci terapeutici avanzati”.

“Il centro di sperimentazione clinica dell’ospedale fornisce supporto in ogni fase del processo di sperimentazione clinica dalla fase I alla fase IV. Il centro ha più di 880 sperimentazioni cliniche in corso e ha presentato 452 nuove proposte di studio solo nel 2020”, ha aggiunto Fabio Ciceri, direttore scientifico al San Raffaele.

Cosa fa TriNeTx

TriNetX è una rete di ricerca sanitaria globale che collega il mondo della scoperta e dello sviluppo di farmaci dall’azienda farmaceutica al sito di studio, e dalla ricerca al paziente condividendo dati del mondo reale per rendere la ricerca clinica e osservativa più facile ed efficiente. TriNetX combina l’accesso in tempo reale ai dati clinici longitudinali con analisi per ottimizzare la progettazione e la fattibilità del protocollo, la selezione del sito, il reclutamento dei pazienti e consentire le scoperte attraverso la generazione di prove del mondo reale.

“Il San Raffaele è uno dei più recenti ospedali in Italia ad entrare a far parte della rete TriNetX”, ha concluso Steve Lethbridge, Senior Vice President of Global Healthcare Partnerships di TriNetX. “Siamo pronti a  supportare l’uso dei dati del mondo reale da parte del San Raffaele per migliorare le loro capacità di ricerca clinica e per aiutare a potenziare lo sviluppo di nuovi approcci alla medicina di precisione”.