Fnovi: Gaetano Penocchio confermato presidente  

Continuerà a guidare la Federazione nazionale degli ordini veterinari fino al 2024. Rinnovato l’ufficio di presidenza: Daniela Mulas (vicepresidente), Luigi Emiliano Zumbo (segretario) e Benedetto Neola (tesoriere).

Il nuovo Comitato centrale della Federazione nazionale degli ordini dei veterinari italiani (Fnovi) ha confermato all’unanimità Gaetano Penocchio alla presidenza per il mandato 2021-2024. Entrano a far parte dell’ufficio di presidenza Daniela Mulas (vicepresidente), Luigi Emiliano Zumbo (segretario) e Benedetto Neola (tesoriere).

Ricambio generazionale

Carla Bernasconi, Dino Gissara e Antonio Limone – che nel precedente mandato sono stati rispettivamente vicepresidente, segretario e tesoriere di Fnovi – lasciano le cariche per favorire il ricambio generazionale. “Tra quattro anni – afferma Penocchio –  io e altri non ci saremo. La rinuncia alla carica ed il passaggio di testimone ai giovani depone ancora una volta per la qualità delle persone. Persone che non hanno smarrito entusiasmo e disponibilità, ma che mettono a disposizione le loro qualità , la loro capacità ed esperienza per inserire i giovani. Abbiamo vissuto intensi anni di lavoro, sono stati una garanzia per la professione, grazie alle loro conoscenze e alla loro professionalità, ma lo sono stati anche per le loro qualità personali: l’elemento prezioso nell’ingranaggio dell’umanità è l’individuo, è insomma la personalità, la persona che anche da sola crea valore. Fnovi cambia e non è un semplice passaggio generazionale. Carlotta, Antonio e Dino lasciano spazio ai giovani; questo il loro stile di leadership, è comunicazione, è un modello di comportamento, uno stile di vita”.

Per il Collegio dei revisori dei Conti sono stati scelti Orlando Paciello, Daniela Boltrini e Carla Bertossi (supplente).

Il comitato centrale 2021-2024

Nei giorni scorsi erano stati scelti componenti del Comitato centrale Fnovi 2021-2024. Oltre al presidente Penocchio, sono stati eletti Raffaella Barbero, Medardo Cammi, Emilio Bosi, Daniela Mulas, Antonio Limone, Marco Melosi, Emiliano Luigi Zumbo, Gaetana Ferri, Benedetto Neola, Teresa Bossù, Raimondo (Dino) Gissara, Carla Bernasconi, Silvia Tramontin e Vincenzo Buono.

Il curriculum di Penocchio

Una vita da medico veterinario, per il riconfermato Penocchio. Dalla direzione sanitaria di una struttura per animali da compagnia, a direttore del Dipartimento di prevenzione veterinario Asl a Brescia (la più grande del Paese), poi responsabile del Centro di referenza nazionale per la formazione in sanità pubblica veterinaria del Ministero della salute. Un viaggio tra diplomi di specialità (Piccoli animali, Sanità pubblica veterinaria) e incarichi: presidente dell’Ordine dei medici veterinari Brescia dal 1993, componente della Federazione nazionale degli ordini dei medici veterinari italiani dal 1997, poi vicepresidente e poi presidente dal 2006. Fondatore e vicepresidente di Fondagri, è componente dell’ente di previdenza Enpav, del Consiglio Superiore di Sanità, della Federation of Veterinarians of Europe, della Commissione nazionale Ecm, di Onaosi.