Covid-19, Moderna aumenta gli spazi di produzione in Usa per garantire più vaccini

L’azienda americana ha annunciato l’espansione del Manufacturing technology center di Nordwood in Massachussets. L’operazione dovrebbe portare ad aumentare del 50% la produzione dei vaccini anti-Covid in quel sito

Vaccini produzione Moderna

Moderna spinge sull’acceleratore della produzione di vaccini contro Covid-19. L’azienda americana, pioniera nel campo dei vaccini con tecnologia mRna messaggero, ha annunciato l’espansione del Manufacturing technology center di Nordwood in Massachussets. L’obiettivo dell’operazione è trasformare la struttura in un centro tecnologico industriale, che dovrebbe portare ad aumentare del 50% la produzione dei vaccini anti-Covid di Moderna in quel sito.

L’espansione – si legge in una nota diffusa da Moderna – include l’aumento delle aree adibite a produzione e laboratorio da circa 28mila metri quadri a oltre 60mila metri quadri, attraverso la ristrutturazione dello spazio esistente e l’acquisizione di un edificio di oltre 22mila metri quadri situato nello stesso campus per l’ampliamento delle attività commerciali e cliniche.

Obiettivo 3 miliardi di dosi nel 2022

Peraltro, lo scorso 29 aprile, Moderna ha annunciato un investimento nei suoi impianti di produzione, di proprietà o dei partner, con l’obiettivo di accrescere la capacità globale di produzione di vaccini Covid-19 fino a 3 miliardi di dosi nel 2022. La società aveva anche corretto al rialzo le previsioni sulla fornitura di vaccino nel 2021, da 800 milioni a 1 miliardo di dosi.

Nuove formulazioni

L’espansione comprende un potenziamento della capacità di sviluppo tecnico e di produzione preclinica, per arrivare a migliaia di campioni preclinici al mese per la ricerca e sviluppo. La struttura ampliata – evidenzia Moderna – contribuirà anche a facilitare una maggiore focalizzazione sugli sforzi volti ad aumentare la stabilità, e quindi la durata di conservazione del vaccino, e a mettere a punto nuove formulazioni come siringhe pre-riempite e prodotti liofilizzati.

Ridurre l’impatto ambientale

“Riteniamo che questo investimento e l’espansione nel nostro centro tecnologico ci permetteranno di continuare a ottimizzare i nostri prodotti a mRna, mentre esploriamo nuove forme di somministrazione farmaceutica come siringhe pre-riempite e prodotti liofilizzati. A mano a mano che cresciamo, ci impegniamo a ridurre al minimo il nostro impatto ambientale”, ha dichiarato Stéphane Bancel, amministratore delegato di Moderna.