Nuovi alimenti, dall’Ue via libera alla commercializzazione delle tarme della farina

Dopo il parere positivo dell'Efsa, arriva l'ok per la vendita di prodotti a base di insetti

Se non è l’era degli insetti come cibo, sicuramente è un punto di partenza. Infatti la Commissione Ue autorizza per la prima volta un insetto come alimento seguendo il parere positivo dell’Ente europeo per la sicurezza alimentare a gennaio 2021.

L’ok

L’Efsa aveva già dato l’ok a gennaio, ma mancava l’ufficialità da parte dell’esecutivo comunitario che adesso apre alla commercializzazione del prodotto. Il Comitato sulle piante, animali, cibo e mangimi composto dagli Stati membri e dalla Commissione ha valutato sicuro il nuovo alimento.

L’alimento

Sostanzialmente si tratta di larve seccate di Tenebrone mugnaio, un coleottero conosciuto anche come tarma della farina. Gli insetti dovranno essere usati interi, seccati, come gli snack o come ingredienti di prodotti alimentari più complessi.

Il mercato che verrà

La decisione adesso apre la strada a una corsa a un mercato vergine, almeno in Europa. Le aziende che producono novel food aspettavano da anni l’autorizzazione per commerciare all’interno dell’Ue la quale, ci si può scommettere, vedrà in poco tempo l’arrivo di merce dall’est dove gli insetti come cibo sono da sempre una realtà.