Becton Dickinson si divide e la Bu diabete avrà una propria compagnia

La nuova società, che non ha ancora un nome, sarà attiva nella prima metà del 2022. L'idea di casa-madre è quello di rendere la neonata compagnia leader del mercato diabetologico

Becton Dickinson decide di dare vita propria alla business unit diabetologica. Non ha ancora un nome, ma la decisione è ufficiale e la “NewCo.” sarà operativa nella prima metà del 2022.

La compagnia

La nuova società avrà sede nel New Jersey e Massachusetts e avrà siti produttivi negli Stati Uniti, Irlanda e Cina. Sarà guidata dal Ceo Devdatt Kurdikar che era entrato in Bd come presidente dell’unità diabete e da Jacob Elguicze in veste di Chief financial officer. La compagnia avrà una base solida dal punto di vista del mercato in quanto la sola diabetologia di Bd aveva un valore di poco superiore al miliardo di dollari (anno fiscale 2020). Bd al momento produce circa otto miliardi di device iniettivi per circa 30 milioni di pazienti. L’obiettivo della multinazionale è quello di ampliare il bacino di utenza e sperare di raggiungere oltre 400 milioni di pazienti affetti da diabete.

Focus su tre aree

Nel frattempo Bd vorrebbe concentrarsi su altre aree ritenute maggiormente cruciali. Una su tutte è l’intelligenza artificiale e la robotica, la seconda riguarda la sostenibilità e la ricerca di nuove forme di cura, l’ultima attiene alla diagnostica per le patologie croniche. “Lo spinoff permetterà a Bd di accrescere il suo profilo e migliorare gli investimenti in aree ad altissimo potenziale”, ha detto il Ceo Tom Polen. “In quanto standalone company la NewCo sarà maggiormente posizionata sul mercato”, ha concluso.