Acquisto dei vaccini antinfluenzali: sette Regioni aderiscono al sistema di Consip

Già prenotate tre milioni di dosi attraverso Sdapa (Sistema dinamico di acquisto), il 50% in più rispetto all’anno scorso, per un valore complessivo di oltre 45 milioni di euro

Sette Regioni hanno già aderito al Sistema dinamico di acquisto (Sdapa) della Consip per i vaccini antinfluenzali destinati alla campagna 2021-2022. Sono Abruzzo, Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Molise e Sicilia. E hanno già acquistato tre milioni di dosi, il 50% in più rispetto a quelle acquistate tramite questo canale nel 2020, per un valore complessivo di oltre 45 milioni di euro.

Pianificare per tempo

“Un dato incoraggiante — commenta Consip  in una nota ­­– che consentirà alle Regioni di approvvigionarsi con anticipo e alle aziende fornitrici di pianificare per tempo la produzione e la distribuzione, garantendo il pieno soddisfacimento del fabbisogno di ciascuna Regione e assicurando il raggiungimento dei tassi di copertura previsti dalle Raccomandazioni del ministero della Salute”.

Sdapa per i farmaci

Il sistema Sdapa è lo strumento di negoziazione messo a disposizione da Consip nell’ambito del Programma di razionalizzazione degli acquisti, che consente alle amministrazioni di negoziare in modalità totalmente telematica gare sopra e sottosoglia comunitaria (i cosiddetti “appalti specifici”), invitando gli operatori economici abilitati (pre-qualificati) da Consip.

“L’estrema flessibilità del bando “Farmaci” dello Sdapa  — continua Consip – ha consentito alle PA, in tempi estremamente rapidi e assicurando il massimo grado di personalizzazione della procedura e dei lotti messi a gara, di avviare le negoziazioni con tutti i fornitori operanti sul mercato e per tutte le tipologie di vaccino in commercio”.

Una delle funzionalità del sistema permette di porre in concorrenza, qualora ne sussistano le condizioni,  vaccini destinati al medesimo target di pazienti, ma diversi per composizione o modalità di azione. Su Sdapa sono disponibili tutti i farmaci autorizzati dall’Aifa, comprese le formulazioni immesse in commercio recentemente, come il vaccino inattivato quadrivalente adiuvato e il vaccino quadrivalente a Dna ricombinante.