Alessio Chiodi ci ha lasciati

Scompare a trentaquattro anni uno dei giornalisti di AboutPharma and Medical Devices

Alessio Chiodi ci ha lasciati. Domenica 1 agosto è andato dall’altra parte, a poche ore da un brutto temporale caduto su Milano. Molto peggiore è quello finito su lui, la sua famiglia, su noi. AboutPharma perde un pezzo di anima, il collega disponibile con tutti, uno che tra dire sì e dire no sceglie sempre il primo e non conosce il secondo, il giornalista cui ‘sto mondo sta stretto e che proprio per questo mai finirebbe di esplorarlo, con la sua macchina fotografica, uno zaino in spalla e mille domande da fare in giro. Chi lo ha conosciuto e amato perde molto di più, insieme alla possibilità di raccontarsi il bello e il brutto della vita, magari (anzi, meglio) senza parole, soltanto calpestando un marciapiede o un sentiero di montagna, attraversando un bosco o affettando un salame e riflettendo se questo vino è meglio di quell’altro. Ogni dissidio è impossibile, non s’inalbera, sta zitto e allora si può solo tacere. Perché nient’altro si può dire, quando se ne va un ragazzo di trentaquattro anni.

Ci abbiamo messo un po’ a raccontare questa storia. Non siamo stati bravi giornalisti, per niente tempestivi, forse proprio perché non c’era lui a scriverla. In questi casi si dovrebbe chiedere scusa ai lettori ma stavolta, solo per questa, ci affidiamo alla loro comprensione. Con una piccola richiesta: sappiamo per certo che Alessio non avrebbe voluto che la notizia della sua morte circolasse sui social. Chiediamo quindi di non condividerla, di lasciarla qui. Perché questo è il suo posto: nella casa di Alessio e di quelli che fanno il suo mestiere. Ciao Alessio, gira tutti i mondi e raccontaci quello che vedi.