mRna, Sanofi acquisisce Translate Bio per 3,2 miliardi di dollari

Secondo quanto prevede l’accordo, Sanofi acquisirà tutte le azioni di Translate Bio presenti sul mercato, a un prezzo di 38 dollari l'una. Le due società, nel 2018, hanno stipulato un accordo di collaborazione e licenza esclusiva per lo sviluppo di vaccini mRNA che è stato potenziato negli anni

sanofi

Sanofi ha annunciato l’acquisizione di Translate Bio, società attiva nello sviluppo di terapie mRna in fase clinica. Secondo quanto prevede l’accordo, Sanofi acquisirà tutte le azioni di Translate Bio presenti sul mercato, a un prezzo di 38 dollari per azione in contanti, che rappresenta un valore azionario di 3,2 miliardi di dollari.

“Translate Bio aggiunge una piattaforma tecnologica per mRNA e solide capacità alla nostra ricerca, facendo progredire ulteriormente la nostra capacità di esplorare la promessa di questa tecnologia per sviluppare sia i vaccini che le terapie migliori”, ha affermato Paul Hudson, amministratore delegato di Sanofi. “Una piattaforma interamente di proprietà ci consente di sviluppare ulteriori opportunità nello spazio in rapida evoluzione dell’mRNA. Saremo anche in grado di accelerare i nostri programmi partner esistenti già in fase di sviluppo. Il nostro obiettivo è sbloccare il potenziale dell’mRNA in altre aree strategiche come l’immunologia, l’oncologia e le malattie rare oltre ai vaccini».

La collaborazione

Nel giugno 2018, Sanofi e Translate Bio hanno stipulato un accordo di collaborazione e licenza esclusiva per lo sviluppo di vaccini mRNA che è stato ulteriormente ampliato nel 2020 per affrontare ampiamente le malattie infettive attuali e future. Sono in corso due studi clinici sul vaccino mRNA nell’ambito della collaborazione, lo studio di fase 1/2 sul vaccino COVID-19 con risultati attesi nel terzo trimestre del 2021 e lo studio di fase 1 sul vaccino contro l’influenza stagionale mRNA con risultati previsti nel quarto trimestre del 2021. L’acquisizione si basa sull’istituzione di Sanofi di un centro di eccellenza per l’mRNA di vaccini unico nel suo genere.

Translate Bio, cosa fa

Dal punto di vista terapeutico, Translate Bio ha una pipeline in fase iniziale nella fibrosi cistica e in altre malattie polmonari rare. Inoltre, sono in corso lavori di scoperta sulle malattie che colpiscono il fegato e la piattaforma MRTTM di Translate Bio può essere applicata a varie classi di trattamenti, come anticorpi terapeutici o vaccini in aree come l’oncologia. La recente acquisizione di Tidal Therapeutics da parte di Sanofi ha ampliato le capacità di ricerca dell’mRNA dell’azienda sia nell’immuno-oncologia che nelle malattie infiammatorie. L’acquisizione di Translate Bio accelera ulteriormente gli sforzi di Sanofi per sviluppare farmaci trasformativi utilizzando la tecnologia dell’mRNA.