Da Bayer 400 milioni di euro per favorire l’accesso alla contraccezione moderna

Con questa operazione, il colosso farmaceutico tedesco mira a potenziare l'accesso a programmi di pianificazione familiare a 100 milioni di donne in tutto il mondo, in particolare nei paesi a basso e medio reddito

Bayer

Bayer potenzia gli investimenti nella contraccezione. Il colosso farmaceutico tedesco ha annunciato un investimento da 400 milioni per favorire l’accesso a contraccettivi a 100 milioni di donne in tutto il mondo, in particolare nei paesi a basso e medio reddito. Tale investimento, come riporta una nota diffusa dalla farmaceutica tedesca, includerà anche l’espansione delle capacità produttive a Turku (Finlandia) e la costruzione di un nuovo sito produttivo ad Alajuela, in Costa Rica.

Crescita inclusiva e sostenibilità

“In collaborazione con organizzazioni internazionali, come il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione e l’Agenzia degli Usa per lo sviluppo internazionale, ci sforziamo di rendere la contraccezione moderna più accessibile alle donne di tutto il mondo. Ciò esemplifica il nostro costante e fermo impegno per una crescita inclusiva e per rendere la sostenibilità parte integrante della nostra strategia aziendale”, ha affermato Stefan Oelrich, membro del consiglio di amministrazione di Bayer AG e presidente della divisione farmaceutica di Bayer.

Per il futuro delle donne

“Il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione e l’Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale hanno recentemente aggiunto uno dei dispositivi a rilascio ormonale intrauterino di Bayer ai rispettivi cataloghi di prodotti, che è un altro grande passo avanti nell’offrire alle donne e alle famiglie negli Lmic più opzioni contraccettive”, ha affermato Matthias Berninger, Vicepresidente senior per gli affari pubblici, scienza e sostenibilità, Bayer. “Dando alle donne la possibilità di determinare il proprio futuro, l’accesso alla pianificazione familiare consente loro di crescere famiglie più sane e di dare un contributo economico ancora maggiore”.

Gli interventi

In Costa Rica, Bayer costruirà un nuovo impianto di produzione all’avanguardia, specializzato nella produzione e fornitura di LARC. Il nuovo impianto di produzione presso il Coyol Industrial Park, Alajuela, Costa Rica, dovrebbe iniziare la fornitura di contraccettivi reversibili a lunga durata d’azione agli LMIC entro il 2024.

L’azienda investirà inoltre in modo sostanziale nella costruzione di un nuovo stabilimento e nell’espansione delle proprie capacità produttive a Turku, in Finlandia, come annunciato all’inizio di quest’anno. Al completamento entro il 2025, il nuovo impianto di produzione vanterà la tecnologia più recente, sfruttando l’automazione e la robotica per produrre contraccettivi reversibili a lunga durata d’azione.

Cosa si produce

Entrambi i siti produrranno impianti ormonali e sistemi ormonali intrauterini (IUS), aiutando Bayer a raggiungere il suo obiettivo di sostenibilità globale di fornire a 100 milioni di donne e ragazze in LMIC l’accesso alla pianificazione familiare entro il 2030. L’investimento sosterrà anche Bayer, leader nel settore delle donne sanitario con un portafoglio prodotti IUS innovativo e di successo, nel rafforzamento della propria catena di fornitura commerciale.