Decreto Pnrr: spunta la proroga per le commissioni Aifa

L’articolo 41 del testo approvato dal Consiglio dei ministri mantiene in carica la Commissione tecnico scientifica (Cts) e il Comitato prezzi e rimborso (Cpr). Eppure nei giorni scorsi le Regioni avevano indicato i nomi per rinnovarle

decreto pnrr

Il Governo rinvia la scadenza della Commissione consultiva tecnico-scientifica (Cts) e del Comitato prezzi e rimborso (Cpr) dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). La decisione arriva, a sorpresa, con un articolo inserito nel decreto legge con le disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), approvato dal Consiglio dei ministri il 27 ottobre.

L’articolo 41 del decreto Pnrr

“Nelle more della organizzazione della Commissione consultiva tecnico-scientifica (Cts) e del Comitato prezzi e rimborso (Cpr), di cui all’articolo 19 del decreto interministeriale 20 settembre 2004, n. 245, operanti presso l’Agenzia italiana del Farmaco (Aifa), e comunque fino al 28 febbraio 2022, restano in carica i componenti delle Cts e Cpr nominati con decreto del Ministro della salute del 20 settembre 2018”, recita l’articolo 4 del provvedimento.

Le nomine delle Regioni

La notizia sorprende perché nei giorni scorsi le Regioni hanno inviato al tavolo della Conferenza Stato-Regioni i nomi per il rinnovo delle commissioni, scadute il 20 settembre. Per la Cts sono stati indicati vanno Giovambattista De Sarro (Calabria), Giovanna Scroccaro (Veneto), Annalisa Capuano (Campania) e Donatella Garau (Sardegna). Per il Cpr Anna Maria Marata (Emilia-Romagna), Ida Fortino (Lombardia), Paolo Stella (Puglia) e Fausto Bartolini (Umbria). Nomi che potrebbero essere tenuti nel cassetto in attesa di una riforma, di cui si parla da tempo, che dovrebbe portare all’unificazione dei due organismi.

 

Foto lucarista/Shutterstock.com