Novo Nordisk punta sulla tecnologia RNAi e acquisisce Dicerna per 3,3 miliardi di dollari

L'offerta pubblica di acquisto è di 38,25 dollari statunitensi per azione in contanti per un valore complessivo di circa 3,3 miliardi di dollari. La piattaforma di RNAi di Dicerna ha il potenziale per fornire candidati clinici per disturbi come la steatoepatite non alcolica (NASH), il diabete di tipo 2, l'obesità e le malattie rare

novo nordisk dicerna

Novo Nordisk ha acquisito la biotech statunitense Dicerna Pharmaceuticals, leader nella tecnologia di interferenza dell’acido ribonucleico (RNAi), con un’offerta pubblica di acquisto di 38,25 dollari statunitensi per azione in contanti per un valore complessivo di circa 3,3 miliardi di dollari. L’acquisizione della piattaforma di RNAi di Dicerna fa parte della strategia della società danese di allargare la propria platea di piattaforme tecnologiche applicabili in tutte le aree di interesse terapeutico di Novo Nordisk.  L’operazione dovrebbe essere completata nel quarto trimestre del 2021.

La tecnologia di RNAi di Dicerna

Dicerna in particolare, utilizzando le sue tecnologie proprietarie GalXC™ e GalXC-Plus™ RNAi, sviluppa terapie basate su RNAi per silenziare selettivamente i geni che causano o contribuiscono alle malattie. La collaborazione tra le due società era iniziata in realtà nel 2019 per esplorare oltre 30 potenziali bersagli utilizzando la tecnologia della piattaforma GalXC™ RNAi, con il potenziale di fornire molteplici candidati clinici per disturbi tra cui la steatoepatite non alcolica (NASH), il diabete di tipo 2, l’obesità e le malattie rare. Secondo le previsioni Novo Nordisk il primo candidato dovrebbe entrare in sperimentazione clinica nel 2022.

Dal diabete alle malattie rare

“L’acquisizione di Dicerna accelera la ricerca di Novo Nordisk sui prodotti RNAi e amplia l’utilizzo della tecnologia RNAi”, ha affermato Marcus Schindler, professore, vicepresidente esecutivo e direttore scientifico di Novo Nordisk. “Abbiamo il potenziale per espandere la nostra pipeline e fornire farmaci di precisione in grado di cambiare la vita delle persone che convivono con malattie croniche come diabete, obesità, malattie cardiovascolari e NASH, nonché malattie rare come disturbi endocrini e disturbi emorragici”.

I prodotti di Dicerna in fase clinica

Oltre ad acquisire il controllo dei progetti partner, Novo Nordisk acquisirà partecipazioni totali e parziali anche di altri candidati. Il candidato principale di Dicerna è il nedosiran, farmaco per il trattamento della perossaluria primaria (PH), una rara malattia metabolica che colpisce i reni, attualmente in fase 3, ma che la scorsa estate ha deluso gli investitori con dati contrastanti. Il prossimo candidato interamente di proprietà di Dicerna è DCR-AUD, un candidato RNAi che è in fase 1 di sviluppo come trattamento del disturbo da uso di alcol.