Patto per la ricerca e l’innovazione in Europa: via libera dal Consiglio Ue

Un’ulteriore tappa per la definizione del nuovo “Spazio europeo della ricerca”. Fra le priorità, approccio open science, sostegno alle carriere dei ricercatori, riforme e investimenti

patto per la ricerca e l'innovazione in europa

Via libera dal Consiglio dell’Ue al Patto per la ricerca e l’innovazione in Europa. Più nel dettaglio, nella riunione del 26 novembre, il Consiglio ha adottato una raccomandazione sul Patto R&I e le conclusioni sulla futura governance dello Spazio europeo della ricerca (Ser). “Con il nuovo Patto – spiega il Consiglio dell’Ue in una nota ­­- gli Stati membri si impegnano per i prossimi anni per un insieme di principi e valori comuni dell’Ue per la R&I; aree di azione prioritarie condivise; investimenti e riforme: un processo di coordinamento e monitoraggio delle politiche semplificato. Le conclusioni del Consiglio propongono azioni specifiche contenute nell’agenda politica Ser 2022-2024 che saranno attuate su base volontaria dagli Stati membri, insieme alla Commissione europea e in cooperazione con i Paesi associati al programma Horizon Europe, con attività di ricerca, organizzazioni accademiche e imprenditoriali, nonché con altri paesi partner”.

I contenuti

Il Patto era stato proposto a luglio dalla Commissione europea. Definisce valori e principi comuni per la ricerca e l’innovazione in Europa, quali la libertà della ricerca scientifica e la libera circolazione dei ricercatori e delle conoscenze. Delinea inoltre 16 settori prioritari condivisi per un’azione congiunta, che vanno dalla promozione della scienza aperta ai fini della condivisione di conoscenze e dati più rapida al rafforzamento della leadership scientifica e dell’eccellenza dell’Unione europea, con il coinvolgimento di tutte le regioni e i cittadini europei.

Le conclusioni del Consiglio includono la prima agenda politica dello Spazio europeo della ricerca che definisce 20 azioni volontarie per i prossimi tre anni. Tra queste azioni figurano la promozione di carriere di ricerca attraenti e sostenibili, l’avvicinamento della scienza ai cittadini e il miglioramento dell’accesso all’eccellenza in tutta l’Ue.

Dalla ricerca al mercato

“L’adozione del patto e le conclusioni del Consiglio costituiscono un grande passo avanti nella nostra volontà di creare uno Spazio europeo della ricerca adeguato al futuro”, commenta Mariya Gabriel, Commissaria europea per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani. “Dimostra il nostro comune impegno a mobilitare le politiche di ricerca e innovazione con azioni concrete per affrontare le sfide odierne, in particolare le transizioni verde e digitale. Il nuovo quadro di governance – conclude – ci consente di collaborare ancora più strettamente con gli Stati membri e i portatori di interessi per creare il mercato unico senza frontiere per la ricerca, l’innovazione e la tecnologia, di cui la competitività europea ha bisogno”.

Un nuovo Spazio europeo per la ricerca

Avviato per la prima volta nel 2000, lo Spazio europeo della ricerca mira a integrare in modo più adeguato i sistemi europei di ricerca e innovazione e rafforzare la cooperazione tra l’Ue, gli Stati membri e i portatori di interessi. Nel loro complesso, il patto e le conclusioni definiscono una nuova visione e nuove priorità, confermano l’impegno dell’Ue e degli Stati membri a favore dello Spazio europeo della ricerca e istituiscono una nuova struttura per la sua gestione.

Il prossimo forum Ser, un gruppo di esperti della Commissione composto da rappresentanti della Commissione e degli Stati membri, sarà istituito all’inizio del 2022. Nel contesto del forum Ser, gli Stati membri e la Commissione elaboreranno congiuntamente e coordineranno l’attuazione delle azioni del Ser, dei paesi associati a Orizzonte Europa, dei paesi terzi interessati e dei portatori di interessi. Inoltre, entro la metà del 2022, sarà messo a punto il nuovo sistema di monitoraggio del Ser che prevede un quadro di valutazione, un quadro di controllo e una piattaforma politica online.