Durante gli AboutPharma Awards di quest’anno abbiamo avuto la possibilità di assistere a diversi esempi di innovazione digitale, applicata in ambito Pharma ed Healthcare in Italia. Oltre a un evento celebrativo, è stato, infatti, anche un catalizzatore di stimoli e idee, una fonte per conoscere il progresso delle nuove tecnologie, come queste continuano ogni anno a cambiare e trasformarsi, e per osmosi come influenzano l’evolversi delle relazioni e della comunicazione. La formazione, per esempio, è solo uno dei tanti campi che viene continuamente influenzato dall’evoluzione tecnologica, applicando soluzioni anche solo qualche tempo fa inaspettate: in un recente passato l’innovazione era la FAD, oggi si parla di gamification e simulazione immersiva. Partecipando a diversi eventi formativi come docente ho potuto, infatti, vivere la profonda diversità tra una tradizionale discussione orale/visiva rispetto a una esperenziale dove le persone “imparano facendo” (Learning by doing – Rif.The Cone of Experience di Edgar Dale).

Le tecnologie ‘esperienziali’ e ‘immersive’ hanno la capacità di trasportare l’utente all’interno di un contesto virtuale predefinito e fargli vivere un’esperienza reale. Grazie alla maggiore potenza dei computer che permettono un’elaborazione veloce dei dati e una resa estremamente realistica della visualizzazione grafica, (ri)nascono piattaforme di sviluppo per applicazioni in realtà virtuale. Tra queste spicca quella realizzata dalla californiana Oculus, recentemente acquistata da Facebook per 2 miliardi di dollari. L’Oculus Rift è uno schermo indossabile (Head Mounted Display) che copre completamente il campo visivo. Collegato a un computer è in grado di creare un’immagine visiva tridimensionale proiettandola davanti ai nostri occhi con un realismo senza precedenti.

Continua a leggere sullo Speciale AboutPharma Digital Awards 2014