Cura del diabete, Becton Dickinson completa lo spin-off di Embecta

Cura del diabete, Becton Dickinson completa lo spin-off di Embecta
Pubblicato il: 1 Aprile 2022|

Becton Dickinson completa lo spin-off di Embecta, società che detiene l’ex attività di Bd diabetes care. A seguito di tale operazione, Embecta punterà al consolidamento come produttore di dispositivi per l’iniezione dell’insulina.

La strategia

Lo spin-off di Embecta rientra nella strategia Bd 2025. Nella logica iniziale della scissione, riporta una nota,  c’era la creazione di due società indipendenti con un valore attraente a lungo termine per gli azionisti di Bd e caratteristiche strategiche, operative e finanziarie migliorate. Ciascuna società si concentrerà sul proprio core business e sui portafogli di prodotti, con Bd che manterrà le sue posizioni di leadership di categoria nei segmenti Bd medical, Bd life sciences e Bd Interventional.

Cammini paralleli

“Il completamento di questo spinoff è un risultato significativo sia per Bd che per Embecta”, ha affermato Tom Polen, Ceo e presidente di Bd. “Andando avanti, ciascuna delle nostre organizzazioni sarà in grado di concentrarsi su investimenti e innovazione nelle nostre rispettive attività principali, supportare i nostri clienti e i pazienti, guidare la crescita strategica e aumentare il valore a lungo termine per gli azionisti”.

I termini dell’accordo

Secondo i termini finanziari dell’accordo, gli azionisti riceveranno una quota di azioni ordinarie di Embecta ogni cinque azioni ordinarie di Bd possedute alla chiusura dell’attività il 22 marzo 2022. Embecta inizierà ore le negoziazioni sul listino Nasdaq.

Tag: becton dickinson / diabete / embecta /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE

Pazienti e scelte sanitarie: ancora non c’è la bussola

Prosegue la contesa su rappresentatività, diritti, competenze: lo scorso 19 ottobre il Tar Toscana ha bocciato un ricorso presentato da circa quindici associazioni contro la delibera 702 che include i pazienti esperti nei processi di acquisto dei dispositivi medici. E il recente atto di indirizzo ministeriale sembra appena un primo passo verso il coinvolgimento dei cittadini

Remedi4all: l’Europa scommette sul valore del repurposing

Il progetto Ue sul riposizionamento di farmaci già esistenti per altre indicazioni terapeutiche prevede il coinvolgimento di 24 istituti europei, coordinati da Eatris e un finanziamento di 23 milioni di euro attraverso il programma Horizon Europe

RUBRICHE
FORMAZIONE