Intelligenza artificiale, accordo da 80 milioni tra Bms e la francese Owkin per potenziare le sperimentazioni

sperimentazioni
Pubblicato il: 10 Giugno 2022|

Migliorare la progettazione e l’esecuzione degli studi clinici sfruttando algoritmi di intelligenza artificiale e machine learning. È questo l’obiettivo dell’accordo che Brystol Myers Squibb ha siglato con la società francese Owkin. La collaborazione inizierà con un focus sulle malattie cardiovascolari. In base ai termini dell’intesa, Owkin riceverà un finanziamento iniziale di 80 milioni di dollari (series B), a cui potrebbero seguire ulteriori cento milioni in relazione al raggiungimento di determinati traguardi.

Accesso ai dati

Nell’ambito della collaborazione, Bms avrà la possibilità di accedere ai dati di una rete di centri di ricerca medica accademici con cui Owkin ha collaborato. Secondo le previsioni, l’utilizzo dell’intelligenza artificiale e di algoritmi di apprendimento automatico servirà a migliorare le definizioni di end point, intercettare sottogruppi di pazienti e stimare l’effetto del trattamento con aggiustamento covariato e bracci di controllo esterni.

Focus sul cardiovascolare

“Le malattie cardiovascolari sono un’area di notevole necessità insoddisfatta e in cui abbiamo l’opportunità di utilizzare la tecnologia in modi nuovi per accelerare ulteriormente le potenziali scoperte per i pazienti in attesa di una terapia efficace”, ha commentato Venkat Sethuraman, Senior vice president, global biometrics and data sciences, Bristol Myers Squibb.

Network in tutto il mondo

“Owkin lavora con una rete di ospedali in tutto il mondo. Ciò significa che abbiamo accesso ai dati di alta qualità necessari per alimentare i nostri approcci di apprendimento automatico”, ha affermato un portavoce di Owkin. La qualità dei dati è fondamentale, ha proseguito l’azienda. “Un’intelligenza artificiale è potente quanto i dati su cui è addestrata. L’apprendimento federato, sperimentato da Owkin, consente l’analisi dei dati mediante modelli di apprendimento automatico senza che inviare i dati fuori sede”.

Tag: Bristol-Myers Squibb / owkin / venkat sethuraman /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE

Pazienti e scelte sanitarie: ancora non c’è la bussola

Prosegue la contesa su rappresentatività, diritti, competenze: lo scorso 19 ottobre il Tar Toscana ha bocciato un ricorso presentato da circa quindici associazioni contro la delibera 702 che include i pazienti esperti nei processi di acquisto dei dispositivi medici. E il recente atto di indirizzo ministeriale sembra appena un primo passo verso il coinvolgimento dei cittadini

Remedi4all: l’Europa scommette sul valore del repurposing

Il progetto Ue sul riposizionamento di farmaci già esistenti per altre indicazioni terapeutiche prevede il coinvolgimento di 24 istituti europei, coordinati da Eatris e un finanziamento di 23 milioni di euro attraverso il programma Horizon Europe

RUBRICHE
FORMAZIONE